Cerca nel sito

Esplora>Esecutori

Brani di Stefan Anton Reck

    • William Walton
    • William Walton / William Walton / William Walton
    • William Walton
    • William Walton
    • William Walton / William Walton / William Walton
    • William Walton
    • William Walton
    • William Walton / William Walton / William Walton
    • William Walton

Visualizza altro

Altri brani di questo genere

    • Ferenc Farkas
    • Ferenc Farkas / Ferenc Farkas
    • Ferenc Farkas

Visualizza altro

Stefan Anton Reck

(Germania)

Stefan Anton Reck ha vinto il primo concorso internazionale di direzione d'orchestra "Arturo Toscanini" nel 1985 e in seguito il primo premio del concorso internazionale "Gino Marinuzzi".
Nel 1987 e nel 1990 ha ricevuto una borsa di studio dal Tanglewood Music Festival per seguire i corsi di Seiji Ozawa e Leonard Bernstein.

Dal 1990 al 1994 Reck è stato direttore musicale dell'Orchestra Sinfonica di Sanremo, direttore principale dell'Orchestra Regionale del Lazio dal 1994 al 1998, e direttore musicale al Teatro Massimo di Palermo dal 1999 al 2003.
Dal 1997 al 2000 è stato l'assistente di Claudio Abbado, iniziando la collaborazione con la produzione di Wozzeck al Festival di Salisburgo.

Per Pierre Boulez, Stefan Anton Reck ha preparato la Gustav Mahler Jugendorchester per La Sagra della Primavera di Stravnskij, Notations di Boulez e Il Castello del Duca Barbablu di Bartók (tournée estiva 1997 e 1998).
Nel 1998 Reck ha cominciato la produzione del ciclo Der Ring des Nibelungen di Richard Wagner presso il Teatro Verdi di Trieste.
L'anno successivo ha diretto a Ferrara la Mahler Chamber Orchestra in Falstaff di Verdi (produzione di Claudio Abbado); nel corso della tournée estiva della Gustav Mahler Jugendorchester, sotto la direzione artistica di Claudio Abbado, Reck ha diretto una replica della Settima Sinfonia di Mahler all'Havana.
Nel settembre 1999 ha aperto la stagione concertistica del Teatro Massimo di Palermo con la Sesta Sinfonia di Mahler. Sempre al Teatro Massimo ha diretto Die Erwartung di Arnold Schönberg (marzo 2000) con Anja Silja e La Voix Humaine di Francis Poulenc con Raina Kabaivanska, e in ottobre la Quinta Sinfonia di Mahler.

Nel 2000 ha diretto la Gustav Mahler Jugendorchester nel corso delle Internationale Musikfestwochen Luzern e anche la tournée estiva europea annuale con musiche di Shostacovich, Mahler, Scriabin e Bartók.     
L'anno dopo ha inaugurato la stagione del Teatro Massimo di Palermo con una nuova produzione di Lulu di Alban Berg, poi pubblicata come incisione dal vivo da OehmsClassics. Per Arte Nova Classics, invece, Reck ha inciso un programma wagneriano con Albert Dohmen.

Nei mesi successivi Reck ha debuttato con l'Orchestre National de France, con le orchestre del Maggio Musicale Fiorentino, del Teatro Comunale di Bologna e del Teatro Carlo Felice di Genova riscuotendo grande successo.
Nel novembre 2001 ha completato la produzione del ciclo Der Ring des Nibelungen al Teatro Verdi di Trieste con la Götterdämmerung.
Ha inaugurato la stagione 2002 del Teatro Massimo di Palermo con Les Contes d'Hoffmann di Offenbach.

Di particolare interesse sono state la nuova produzione dell'opera Moses und Aron di Arnold Schönberg e il concerto per la celebrazione del quinto anniversario della riapertura dello storico Teatro Massimo intitolato "La memoria dell'offesa. Dedicato alle vittime dell'olocausto e di tutte le violenze"; nel programma di questo concerto figuravano, tra gli altri brani, Der Kaiser von Atlantis di Viktor Ullmann e A Survivor from Warsaw di Arnold Schönberg, con Harvey Keitel come narratore.           

I programmi di Reck per l'autunno 2002 e la stagione 2003 hanno incluso, tra l'altro: Jeanne d'Arc au Bûcher di Honegger a Palermo, Salome di Strauss a Genova, Norma di Bellini con Edita Gruberova a Tokio, Der Freischütz di Weber a Lipsia e concerti sinfonici con l'Orchestre National de France, l'Orchestre National de Montpellier, l'Orchestre Philharmonique de Strasbourg, l'Orchestra di Santa Cecilia e le orchestre del Teatro Comunale di Bologna e del Maggio Musicale Fiorentino. Nel settembre 2003 ha debuttato alla Semperoper a Dresda con Aida di Verdi.

Nel 2004 Reck ha debuttato alla Bayerische Staatsoper München con Lulu di Alban Berg (nella versione in 3 atti), al Los Angeles Opera con una nuova produzione di Le Nozze di Figaro di Mozart e al Gran Teatro la Fenice di Venezia con una nuova produzione di Daphne di Richard Strauss (poi pubblicata come live CD e DVD da Dynamic).
L'anno successivo Stefan Anton Reck è stato invitato per dirigere due nuove produzione al New National Theatre Tokyo: Lulu di Alban Berg e Die Meistersinger von Nürnberg di Richard Wagner.

Tra gli eventi piu importanti degli anni seguenti si segnalano: una nuova produzione (prima rappresentazione europea) dell'opera Dead Man Walking di Jake Heggie alla Semperoper di Dresda, Tristan und Isolde di Richard Wagner al Teatro Regio di Torino, una nuova produzione di Der Ring des Nibelungen di Wagner al Teatro Petruzzelli di Bari, debutti alla Hamburgische Staatsoper, alla Oper Frankfurt, e numerosi concerti sinfonici con l'Orchestra Nazionale Sinfonica della RAI Torino, l'Orchestre National de Montpellier, il Royal Scottish National Orchestra (Edinburgh Festival), con le orchestre del Gran Teatro La Fenice, del Maggio Musicale Fiorentino, del Tokyo Symphony Orchestra, ecc ...

La programmazione musicale per il 2008/2009 e 2010 ha previsto concerti con l'Orchestra del Teatro Comunale di Bologna, l'Orchestra del Teatro Verdi di Trieste, la Tokyo Symphony Orchestra, l'Orchestre Symphonique de Lyon, rappresentazioni in forma concertante delle opere Lucrezia Borgia di Donizetti (Teatro Liceu - Barcellona), Lucia di Lammermoor di Donizetti (Semperoper Dresden), e rappresentazioni delle opere Norma di Bellini (Bayerische Staatsoper München), Ariadne auf Naxos di Richard Strauss (Bilbao Opera), Don Carlo di Verdi (Oper Frankfurt), A Midsummer Night's Dream di Britten (Teatro Comunale di Bologna), Das Rheingold (Fondazione Lirico Petruzzelli - Bari), Die Walküre (Teatro Petruzzelli - Bari), Die Meistersinger von Nürnberg (Deutsche Oper Berlin) e Der Fliegende Holländer (Semperoper Dresden) di Wagner.

Stefan Anton Reck è riconosciuto a livello internazionale come profondo conoscitore della musica di Gustav Mahler e della seconda Scuola di Vienna (Berg, Schönberg, Webern). Attraverso le sue scelte di repertorio emergono l'eccentricità della sua arte, la sua intensità musicale e una forte propensione per la musica contemporanea.

Magazzini Sonori
Proprietà dell'oggetto
Sito web:www.stefan-anton-reck.de
Proprietà dell'articolo
creato:martedì 20 luglio 2010
modificato:martedì 14 febbraio 2017