Cerca nel sito

Esplora>Compositori

Brani di Gustav Mahler

Visualizza altro

Altri brani di questo genere

    • Lelio Padovani
    • Lelio Padovani
    • Lelio Padovani

Visualizza altro

Gustav Mahler

(Kalischt-Boemia, 7 luglio 1860 - Vienna, 18 maggio 1911)

Gustav Mahler nacque da genitori ebrei poveri e iniziò lo studio della musica a 5 anni. La sua infanzia fu molto triste, costellata dalla morte di diversi dei suoi fratelli. 
All'età di quindici anni entrò nel Conservatorio di Vienna, dove studiò pianoforte e composizione, ottenne vari premi e finì gli studi nel 1878.

La prima composizione conosciuta di Gustav Mahler, risalente al 1876 è un Klavierquartett in la minore nato come saggio per il conservatorio, di cui si possiede il primo tempo e 27 battute del secondo.
A parte le composizioni distrutte o incomplete del periodo giovanile, ci sono pervenuti Lieder per tenore e pianoforte su testi composti dallo stesso Mahler, dedicati alla giovinetta Josephine Poisl.
Del 1880 è Das Klagende Lied (Canto di lamento), ancora su testo proprio.
A seguire compose i cinque Lieder und Gesänge aus der Jugendzeit (Canti della giovinezza, 1880-1883 e 1887-1890) e i Lieder Eines Fahrenden Gesellen (Canti di uno in cammino, 1884).

Dal 1880 Gustav Mahler fu direttore d'orchestra e Kapellmeister a Hall, nel 1888 divenne direttore del Teatro Reale dell'Opera a Budapest.
Dal 1891 fu primo direttore d'orchestra ad Amburgo e nel 1897 fu chiamato all'Imperial Regio Teatro dell'Opera di Vienna diventandone presto il direttore. I dieci anni della sua direzione (fino al 1907) sono considerati gli anni più brillanti nella storia gloriosa di questo teatro.
Mahler si occupò di dirigere anche a Bad Hall, Lubiana (1882), Olmütz, Kassel, Praga (1885-86), Lipsia (fino all'88), Budapest, Amburgo (1891-97).

Dopo le sue dimissioni all'Imperial si impegnò quale direttore ospite presso la Metropolitan Opera House a New York (per due stagioni) e più tardi assunse la direzione della Philharmonic Orchestra di New York in uno straordinario crescendo di notorietà, legata anche alle sue opinioni moderne in merito ai criteri interpretativi.

L'ininterrotta attività di direttore d'orchestra lasciò a Mahler pochissimo tempo da dedicare alla composizione, alla quale erano riservati i mesi di vacanza. Per questo creò le sue migliori opere in montagna sull'Attersee, sul Wörthersee e dal 1908 a Dobbiaco.

Mahler fu da sempre attratto dal cattolicesimo e questa sua attrazione verso la religione crebbe con il passare degli anni; elementi ed influenze religiose si possono osservare in alcuni suoi lavori, come nell'Ottava Sinfonia che utilizza l'inno Veni Creator Spiritus.
In ogni caso la presenza dello spirito e dello stile ebraico, sua confessione d'origine, rimase ampiamente presente in tutta la sua musica (si veda l'uso di temi in stile Klezmer nel terzo movimento della Prima Sinfonia).
Nel 1899 e nel 1910 diresse le versioni da lui rivedute della Seconda e della Quarta Sinfonia di Robert Schumann.

Le frequenti tournée per dirigere le proprie opere portarono Mahler in giro per l'Europa nei più famosi teatri delle capitali; fu proprio durante una di queste tournèe che egli si ammalò gravemente e, tornato a Vienna, vi morì il 18 maggio 1911.

Il catalogo di musica da camera di Gustav Mahler comprende il primo tempo di un Quartetto con pianoforte in la minore, uno Scherzo in sol minore per la medesima formazione. Molte sue opere sono andate distrutte o perdute. Ci rimangono:

- Sinfonie I - IX
- X Sinfonia (frammento)
- Das klagende Lied
- Das Lied von der Erde
- Lieder eines fahrenden Gesellen
- Canzoni
da "Des Knaben Wunderhorn"
- Kindertotenlieder
- Rückert-Lieder

Magazzini Sonori
Proprietà dell'oggetto
Proprietà dell'articolo
creato:venerdì 14 novembre 2008
modificato:venerdì 15 gennaio 2010