Cerca nel sito

Esplora>Compositori

Brani di Jacques Offenbach

Altri brani di questo genere

    • nicola bagnoli
    • nicola bagnoli
    • nicola bagnoli
    • VAX
    • Angelo Michele Besseghi
    • Angelo Michele Besseghi / Angelo Michele Besseghi
    • Angelo Michele Besseghi

Visualizza altro

Jacques Offenbach

(Colonia, 20 giugno 1819 – Parigi, 5 ottobre 1880)

Jacques Jacob Offenbach, compositore e violoncellista tedesco naturalizzato francese (si stabilì infatti ancora adolescente a Parigi, dove trascorse poi gran parte della sua vita), è considerato il padre dell'operetta.
Fu anche uno dei più autorevoli compositori di musica popolare nell'Europa del diciannovesimo secolo.

Il padre di Offenbach era un ebreo e cantore di sinagoga, uomo dai molti talenti, che cambiò il suo cognome in Offenbach quando si stabilì a Deutz, nel 1802.
Nel 1833 il padre portò Jacob a Parigi e lo fece ammettere come studente di violoncello al Conservatorio.

Dopo alcuni lavori saltuari, Jacob trovò impiego come violoncellista nell'orchestra dell'Opéra-Comique. Divenne presto noto come virtuoso dello strumento, comparendo al fianco di famosi pianisti come Anton Rubinstein, Liszt, Mendelssohn, e più spesso con Flotow.
Nel 1844 sposò Herminie d'Alcain e nel 1850 divenne direttore d'orchestra al Théâtre Français.

Offenbach fu molto legato al suo paese d'adozione, e molti suoi lavori sono di sapore patriottico.
Ma quando scoppiò la guerra tra Francia e Germania nel 1870, dovette riparare in Spagna, dalla famiglia, poiché fu giudicato dalla stampa tedesca come un traditore, e da quella francese come una spia di Bismarck.

Nel 1875, dopo una serie di stagioni poco felici, Offenbach diede 40 concerti durante un tour negli USA, a New York e Filadelfia.
La sua popolarità incrementò poi con Madame Favart (1878), costruzione fantastica sulla vita dell'attrice francese Marie-Justine Favart, e con La Fille du Tambour-Major, un'opera di grande fantasia musicale.

All'inizio, Jacob Jacques Offenbach si limitò a comporre opere in un atto con pochi cantanti.
Solo a partire dal 1858 pose fine a questa limitazione, componendo la sua prima opera di grandi dimensioni: Orfeo all'Inferno.
Offenbach scrisse almeno 100 operette, tra 1847 e 1880, e le compose quasi tutte Parigi (solo poche a Vienna e alcune a Bad Ems).
La sua opera più conosciuta è I Racconti di Hoffmann, da molti considerato il suo capolavoro, ma la cui stesura fu interrotta dalla morte del compositore, sopraggiunta nel 1880; l'opera venne completata dal suo amico Ernest Guiraud e data al pubblico l'anno successivo.

Tra i lavori maggiori di Offenbach menzioniamo:

  • L'Alcôve (1847, Parigi)
  • Le Trésor à Mathurin (1853, Parigi)
  • Pépito (1853, Parigi)
  • Luc et Lucette (1854, Parigi)
  • Oyayaie, ou La Reine des îles (1855, Parigi)
  • Entrez, Messieurs, Mesdames (1855, Parigi)
  • Les Deux Aveugles (1855, Parigi)
  • Une Nuit Blanche (1855, Parigi)
  • La Rêve d'une Nuit d'été (1855, Parigi)
  • Le Violoneux (1855, Parigi)
  • Madame Papillon (1855, Parigi)
  • Paimpol et Périnette (1855, Parigi)
  • Ba-ta-clan (1855, Parigi)
  • Elodie, ou Le Forfait Nocturne (1856, Parigi)
  • Le Postillon en Gage (1856, Parigi)
  • Le Roman Comique (1861, Parigi)
  • Monsieur et Madame Denis (1862, Parigi)
  • Le Voyage de MM. Dunanan Père et Fils (1862, Parigi)
  • La Boîte au Lait (1876, Parigi)
  • Le Docteur Ox (1877, Parigi)
  • La Foire Saint-Laurent (1877, Parigi)
  • Maître Péronilla (1878, Parigi)

 

 

Magazzini Sonori
Proprietà dell'oggetto
Proprietà dell'articolo
creato:lunedì 10 novembre 2008
modificato:giovedì 22 gennaio 2009