Cerca nel sito

Esplora>Esecutori

Brani di Roberto Fabbriciani

Altri brani di questo genere

Visualizza altro

Roberto Fabbriciani

(Arezzo, 1949)

Magazzini Sonori

Roberto Fabbriciani è internazionalmente riconosciuto fra i migliori flautisti del Novecento. Grazie alla sua capacità di valorizzare le qualità compositive dell'opera interpretata, ha avuto il privilegio di collaborare con i maggiori compositori contemporanei, molti dei quali gli hanno dedicato le loro opere. Fra i nomi più importanti ricordiamo Luciano Berio, Pierre Boulez, Sylvano Bussotti, John Cage, Elliot Carter, Aldo Clementi, Luigi Dallapiccola, Franco Donatoni, Toshio Hosokawa, György Kurtág, György  Ligeti, Bruno Maderna, Olivier Messiaen, Ennio Morricone, Luigi Nono, Goffredo Petrassi, Henri Pousseur, Wolfgang Rihm, Nicola Sani, Salvatore Sciarrino, Mauricio Sotelo, Karlheinz Stockhausen.

Con Luigi Nono ha lavorato a lungo, presso lo studio sperimentale della SWF a Freiburg. Dice di lui il compositore nel 1983: "Di Roberto Fabbriciani o della "nuova provocazione" per gli infiniti modi di inventare e scoprire con il flauto". E scrive John Cage nel 1989, sempre riferendosi a Fabbriciani: "se ti occoresse il miglior flautista sarebbe senz'altro lui giacché qualsiasi cosa egli suoni è sempre nel modo migliore".

Ha suonato come solista con i direttori Claudio Abbado, Luciano Berio, Ernest Bour, Aldo Ceccato, Riccardo Chailly, Sergiu Comissiona, Peter Eötvös, Vladimir Fedoseyev, Gabriele Ferro, Daniele Gatti, Gianandrea Gavazzeni, Michael Gielen, Cristóbal Halffter, Djansug Kachidse, Bernhard Klee, Vladimir Jurowsky, Peter Maag, Bruno Maderna, Riccardo Muti, Zoltán Peskó, Josep Pons, Giuseppe Sinopoli, Arturo Tamayo, Lothar Zagrosek e con orchestre quali l’Orchestra della Scala di Milano, l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, le Orchestre della Rai, London Sinfonietta, LSO, RTL Luxembourg, BRTN Brussel, Orchestre Symphonique de la Monnaie, WDR di Colonia, SWF Baden-Baden, Deutsches Symphonie-Orchester Berlin, Bayerischer Rundfunks, Münchener Philharmoniker.

Numerosissime le sue incisioni, e proficua anche la carriera didattica: è stato, tra le altre cose, docente nei corsi di alto perfezionamento presso il Mozarteum di Salisburgo.

" Di Roberto Fabbriciani o della <<nuova provocazione>> per gli infiniti modi a inventare a scoprire con il flauto" Luigi Nono(1983).

Al contributo dato da Fabbriciani alla Storia delle Musica in seno al progresso del flauto nel Novecento occorre aggiungere la sua pregevole capacità di completare il pensiero del compositore al di là di vuoti e sterili accademismi valorizzando le qualità compositive dell’ opera e le possibilità esecutive che essa sottende.

"..se ti occorresse il miglior flautista sarebbe senz’ altro lui giacche qualsiasi cosa egli suona è sempre nel modo migliore." John Cage(1989).
Proprietà dell'oggetto
Proprietà dell'articolo
creato:venerdì 28 settembre 2012
modificato:venerdì 28 settembre 2012