Cerca nel sito

FreeZone>L'Aquavite

Altri brani da L'Aquavite

Altri brani di questo genere

    • Aldo Spallicci / Aldo Spallicci
    • Aldo Spallicci / Aldo Spallicci / Aldo Spallicci / Aldo Spallicci
    • Aldo Spallicci
    • Cadei
    • Cadei
    • Cadei
    • Joseph Brody
    • Joseph Brody
    • Joseph Brody

Visualizza altro

Immagini

Una gatta nera

Magazzini Sonori
Proprietà dell'oggetto
CompositoreL'Aquavite
Autore testiEmanuele Soldati
EsecutoreL'Aquavite
Data esecuzione01/01/2014
Luogo esecuzioneRavenna
RaccoltaSul vino nuovo
GenereWorld Music / Folk
ProvenienzaL'Aquavite
LicenzaTutti i diritti riservati
Aggiungi al MagPlayer

Mi nascondo tra i filari e nelle chiese abbandonate
Dietro muri scalcinati e nelle case diroccate
Mi nascondo perchè ancora non possiamo essere amici
Mi nascondo dai vostri pregiudizi

Sette vite sembran tante ma fan presto a consumarsi
E non basta certo il mio mantello nero
a difendermi dalle superstizioni della gente
porta male solo a me il colore del mio pelo, e 

Nonostante il vostro odio la mia razza vive ancora
Nonostante la violenza l'ignoranza e la paura
Nonostante sia più facile per voi chiamarmi strega
Nonostante la natura che ci lega

E ci sono ancora oggi tra di voi molte persone
Che vorrebbero iniziare una nuova inquisizione
E nel nome della vita ci vorrebbero ammazzare
Quanto è facile sopprimere un problema da affrontare

Voi seguite il vostro istinto solo quando vi conviene
Ma da sempre i nostri piccoli sanno come stare insieme
Non avete alcun controllo senza usare la paura
Ma da sempre vi appoggiate su una fragile cultura

Nonostante i vostri carri di metallo sulle strade
Nonostante i fiumi in secca e le sorgenti avvelenate
Nonostante vi vantate di un progresso distruttivo
Nonostante tutto questo, sopravvivo

Commenti

Questo brano ha

Proprietà dell'articolo
creato:giovedì 20 marzo 2014
modificato:giovedì 20 marzo 2014