Cerca nel sito

Esplora>Esecutori

Brani di Peppe Servillo

    • Aniello Califano / Aniello Califano
    • Aniello Califano / Aniello Califano / Aniello Califano
    • Aniello Califano

Visualizza altro

Altri brani di questo genere

    • Cosmo Damiano D'Ingeo
    • Cosmo Damiano D'Ingeo
    • Cosmo Damiano D'Ingeo

Visualizza altro

Peppe Servillo

(Arquata Scrivia, 1960)

Peppe Servillo debutta come cantante nell'autunno del 1980 con gli Avion Travel: da oltre vent'anni la sua storia coincide in gran parte con quella del suo gruppo che, dal 1980, pubblica numerosi album e conquista molti riconoscimenti.
Dopo i primi anni di apprendistato, in club e locali della Campania, partecipa con gli Avion alle prime rassegne del nuovo rock italiano pubblicando le prime compilation, a metà degli anni '80 le prime vetrine all'estero (Tendencias Barcellona) ed una lunga tournèe nell'allora URSS, e molti spettacoli lungo la penisola a seguito della vittoria nella prima edizione nel Sanremo rock 1987.

Nel 1990 incontra Lilli Graco (in occasione della realizzazione della colonna sonora di "In una notte di chiaro di luna"), incontro determinante ai fini della crescita artistica e professionale del gruppo. Quell'anno stesso viene pubblicato "Bellosguardo", il primo di tre dischi che porteranno gli Avion Travel all'attenzione della critica e del pubblico.

Nel frattempo continua l'esperienza delle colonne sonore ("Hotel Paura" con Sergio Castellitto) e l'attività concertistica. Nel corso degli anni '90 l'incontro fortunato con Caterina Caselli che pubblicherà con la "Sugar Opplà" e "Finalmente fiori", lavori determinanti nella costruzione del repertorio Avion Travel.

Da non dimenticare l'incursione nel Teatro musicale con l'operina La guerra vista dalla luna, scritta da Servillo per quanto riguarda il testo, e messa in scena con Fabrizio Bentivoglio.  
Tra gli eventi live di quegli anni da segnalare le diverse partecipazioni al 1° Maggio, in particolare quella del '93 con i Bottari di Portico. Di questi anni la partecipazione degli Avion a diverse edizioni del Tenco, in quella del '92 l'incontro con Paolo Conte e l'esecuzione in presenza di Domenico Modugno di Cosa sono le nuvole.

Nel '98 gli Avion partecipano per la prima volta a Sanremo con la canzone Dormi e sogna che vince il premio della critica ed il premio della giuria di qualità  come miglior musica e miglior arrangiamento. Poco dopo Peppe Servillo come autore parteciperà alla produzione dell'album Sogno di Andrea Bocelli in collaborazione col maestro Peppe Vessicchio. Continua l'intensa attività di concerti, che vedrà impegnati gli Avion in una lunga tournée tedesca nel 1999 e di seguito anche in Francia con la pubblicazione di un primo album all'estero.

Nel 1999 gli Avion realizzano sempre con Bentivoglio "Tipota" un corto di 30 minuti alla cui sceneggiatura collabora Servillo impegnato per la prima volta anche come attore, lavoro che sarà presentato a Venezia quell'anno stesso. Sempre nel 1999 gli Avion pubblicano Cirano con la produzione di Arto Lindsey e continuano una lunga tournèe all'estero, tra le tappe anche in Spagna e Olanda.
Alla fine dell'anno Peppe Servillo inizia le sue collaborazioni con altri artisti a cominciare dal disco "Sette" di Roberto Gatto per il quale scrive e interpreta due brani e con Gatto stesso pubblicherà alcuni anni più tardi una versione di Roma nun fa la stupida per "Gatto play Rugantino". Tra le collaborazioni più importanti come interprete da segnalare quella preziosa con il maestro Ennio Morricone per la colonna sonora del film "Aida degli alberi".

Durante l'esperienza con Roberto Gatto nasce per Servillo l'importante collaborazione con Javier Girotto leader degli Aires Tango che darà vita a numerosi concerti con gli Aires stessi e alla nascita della formazione del trio con Girotto e Mangalavite, collaborazione che darà vita al cd "L'amico di Cordoba" per la collana del Manifesto.

Il 2000 è sicuramente un anno da ricordare: Servillo che recita nel film "Domenica" di Wilma Labate con Claudio Amendola e Annabella Sciorra; gli Avion si presentano nuovamente a Sanremo vincendo con il brano Senimento oltre ad aggiudicarsi il premio della giuria di qualità per la musica e l'arrangiamento.

Successivamente gli Avion curano la colonna sonora per il teatro di "La notte di San Donnino" testo sulla vita di Verdi bambino al quale Servillo stesso collabora in veste di autore.

Nuova lunga tournèe in Italia e all'estero che segue il successo di Sanremo e nuovo film per Peppe Servillo che nel 2002 partecipa come attore a "La felicità non costa niente" di Mimmo Calopresti scrivendo per la colonna sonora la canzone Piccolo tormento
Nellol stesso anno Servillo, insieme al fratello Toni (fondatore di Teatri Uniti), vince il premio speciale Massimo Troisi. L'anno seguente esce il nuovo album degli Avion Travel, Poco mossi gli altri bacini, che ospita anche Elisa e Caterina Caselli.
Di lì a poco continua la collaborazione di Servillo con altri artisti, fra questi l'importante incontro con Stefano Bollani per lo spettacolo "Abbassa la tua radio". Nel 2001 esce il cd Cirano, prodotto da Arto Lindsay, produttore anche di David Byrne, Ryuchi Sakamoto e Caetano Veloso. 

È di questi anni la collaborazione con la Fondazione Arezzo Wave che vede gli Avion impegnati in diverse edizioni del festival e vede poi il gruppo impegnato in due tournèe in America con la partecipazione al festival di Austin ed una storica esibizione della nuova formazione in quartetto che sarà recensita dal New York Times.

Nel frattempo ancora Servillo si impegna come autore per interpreti come la Mannoia e Patty Pravo ed incotra in questi anni il maestro Mimmo Paladino.  Nel 2005 il rinnovato incontro con Paolo Conte darà vita, con la produzione di Caterina Caselli, all'ultimo lavoro degli Avion Danson Metropoli.
Gli Avion eseguono la colonna sonora di "Lascia perdere Johnny" composta da Fausto Mesolella per il nuovo film di Fabrizio Bentivoglio che sarà presentato al festival di Torino, film al quale ancora una volta Servillo partecipa come attore insieme al batterista degli Avion Mimì Ciaramella.

Nel corso del 2008 Servillo parteciperà come attore e cantante alla messa in scena de "L'Opera del Mendicante" per la regia di Lucio Dalla prodotto dal Teatro Comunale di Bologna.
Nell'ultimo anno da segnalare la preziosa collaborazione per Servillo con il maestro Franco Piersanti in veste di autore ed interprete per due brani compresi nella colonna sonora di "Mio fratello è figlio unico".

Numerose le recenti collaborazioni di Servillo con altri artisti, fra questi Ginevra De Marco e Francesco Magnelli per il concerto "Stazioni lunari", l'incontro con i PGR, l'esperienza con il Fado di Marco Poeta, l'orchestra folk di Ambrogio Sparagna con la partecipazione alla notte della "Taranta", l'incontro con Nanni Balestrini per "Roma poesia", la magnifica esperienza di Uomini in Frac omaggio a Modugno con Furio Di Castri, ospitata ad Umbria Jazz Winter. Ed infine lo spettacolo prodotto con la banda di Conversano che prelude ad altre esperienze che vedono gli Avion impegnati con formazioni orchestrali. 

Magazzini Sonori
Proprietà dell'oggetto
Proprietà dell'articolo
creato:venerdì 19 settembre 2008
modificato:martedì 14 febbraio 2017