Cerca nel sito

Esplora>Esecutori

Brani di Alfonso Alberti

    • Gérard Pesson
    • Gérard Pesson
    • Gérard Pesson
    • Sylvano Bussotti
    • Sylvano Bussotti
    • Sylvano Bussotti
    • Christophe Bertrand
    • Christophe Bertrand
    • Christophe Bertrand
    • Marco Molteni
    • Marco Molteni
    • Marco Molteni

Visualizza altro

Altri brani di questo genere

    • Giovanni Legrenzi
    • Giovanni Legrenzi / Giovanni Legrenzi
    • Giovanni Legrenzi

Visualizza altro

Alfonso Alberti

(1976)

Pianista e musicologo, Alfonso Alberti ha studiato al Conservatorio "Giuseppe Verdi" di Milano con Piero Rattalino e Riccardo Risaliti, diplomandosi col massimo dei voti e la lode, e ha seguito corsi di perfezionamento tenuti da Massimiliano Damerini, Rosalyn Tureck, Franco Scala, Oleg Marshev.
Ha esordito nella Sala Verdi del Conservatorio di Milano a diciassette anni eseguendo il Quarto Concerto di Rachmaninov con l'Orchestra della RAI.

Fra le sale e i teatri in cui si è esibito in seguito vi sono il Konzerthaus di Vienna, il Teatro Dal Verme di Milano, il Teatro Bibiena di Mantova, la Tonhalle di Dusseldorf, il Konzerthaus di Dortmund, il Teatro Forteza di Maiorca, il LACMA di Los Angeles e Villa Pisani Bonetti a Bagnolo di Lonigo, capolavoro del Palladio e ora patrimonio dell'UNESCO.

Alberti ha suonato con compagini come l'Orchestra della RAI, l'Orchestra dei Pomeriggi Musicali, l'Orchestra Haydn di Trento e Bolzano e l'Orchestra di Stato di Vidin e ha collaborato con direttori come Tito Ceccherini, Gustav Kuhn, Vittorio Parisi, Flavio Emilio Scogna, Yoichi Sugiyama, Arturo Tamayo, Pierre-André Valade.
Ha tenuto concerti insieme a noti musicisti, fra i quali il flautista Pierre-Yves Artaud, il percussionista Maurizio Ben Omar e il trombonista Barrie Webb; inoltre, collabora stabilmente con l'ensemble Risognanze e in maniera occasionale con altre formazioni.

Ha realizzato numerosi cd solistici e cameristici; il suo ultimo disco per pianoforte solo "Cangianti", dedicato all'opera integrale per pianoforte di Niccolò Castiglioni e pubblicato dall'etichetta Col legno,
ha incontrato un unanime consenso da parte della critica. Sono in preparazione un cd dedicato alla musica per pianoforte solo di Gérard Pesson e uno con il Concerto per pianoforte e orchestra di Goffredo Petrassi (Orchestra della RAI di Torino, direttore Arturo Tamayo).

Degno di nota è l'impegno di Alfonso Alberti per la divulgazione e la promozione della musica del secolo appena trascorso, con un repertorio che spazia dalle avanguardie storiche fino ai compositori più giovani.
Alfonso Alberti ha tenuto a battesimo composizioni per pianoforte solo di Jacopo Baboni Schilingi, Alessandro Melchiorre, Gérard Pesson, Robert HP Platz, Fausto Razzi, Gil Shohat, Alessandro Solbiati, Yoichi Sugiyama e diversi altri compositori, specialmente della generazione più giovane (fra di essi, Matteo Franceschini, Federico Gardella, Juste Janulyte, Giovanni Enrico Lo Curto, Corrado Rojac).
Diversi sono inoltre gli autori che gli hanno dedicato composizioni per pianoforte solo (tra cui Luciano Chessa, Stefano Gervasoni, Gérard Pesson, Alessandro Solbiati).

Un rapporto speciale lega Alfonso Alberti all'Accademia di Montegral di Gustav Kuhn e ai Tiroler Festspiele Erl, dei quali è ospite regolare; altri rapporti di collaborazione di rilievo sono quelli con l'Associazione Sonora e col COMI (Consorzio degli Operatori Musicali Italiani), che lo ha selezionato per i suoi progetti del 2009.

Magazzini Sonori
Proprietà dell'oggetto
Sito web:www.alfonsoalberti.it
Proprietà dell'articolo
creato:lunedì 22 marzo 2010
modificato:martedì 14 febbraio 2017