Cerca nel sito

Esplora>Compositori

Brani di Johannes Brahms

Visualizza altro

Altri brani di questo genere

    • nicola bagnoli
    • nicola bagnoli
    • Nicola Bagnoli

Visualizza altro

Johannes Brahms

(Amburgo, 7 maggio 1833 – Vienna, 3 aprile 1897)

Pianista, compositore e direttore d'orchestra, Brahms era figlio di un contrabbassista attivo nell'orchestra del teatro amburghese.
Brahms, rivelò un talento musicale naturale e precoce; cominciò a studiare pianoforte a 7 anni e pareva destinato alla carriera concertistica.
Brahms rivelò un talento musicale naturale, precoce e attirato da tutti gli strumenti; cominciò a studiare pianoforte a 7 anni e pareva destinato alla carriera concertistica, ma prendeva anche lezioni di corno e di violoncello. Il suo primo concerto pubblico è attestato nel 1843, a 10 anni.
Fin dai 13 anni il futuro compositore contribuiva al bilancio familiare suonando (come suo padre) nei locali di Amburgo e, più avanti, dando lezioni di piano.
 
A vent'anni, nel 1853, Brahms fece alcuni dei grandi incontri della sua vita: prima il grande violinista Joseph Joachim, con il quale iniziò una lunga e proficua collaborazione. E fu Joachim che lo presentò a Franz Liszt, ma soprattutto lo introdusse in casa Schumann: il rapporto con i due sarà fondamentale nella vita di Brahms. Il legame con Clara Wieck Schumann durò fino alla di lei morte: Brahms le sopravvisse per meno di un anno.
 
L'attività concertistica di Brahms continuò fino agli anni '70, spesso insieme a Joachim, parallelamente alla composizione e alla direzione. Già dal 1853, anno della tournée con Reményi durante la quale aveva incontrato Joachim a Gottinga, Brahms cominciò quella vita un po' raminga a cui lo costringeva il suo lavoro.
 
Quando Clara si stabilì a Berlino, nel 1857 Brahms tornò ad Amburgo, dove creò e diresse per tre anni un coro femminile. Questa attività con il coro, che continuò alla corte di Detmold e poi alla Singakademie di Vienna, aveva certamente motivazioni economiche, ma fu anche importante per l'attività di compositore di Brahms, che non scrisse mai musica per opere, ma alla scrittura per voce diede grandissima attenzione. A questi anni risale la composizione delle 2 Serenate.
 
Nel 1862 soggiornò a Vienna, che dall'anno successivo divenne il suo luogo di residenza principale. A Vienna fu assai apprezzato, stabilì relazioni e vi si stabilì definitivamente dal 1878. Fu lì che avvenne il suo unico incontro con Wagner e soprattutto, nel 1870, fu lì che trovò Hans von Bülow, il grande direttore che divenne suo amico ed uno dei suoi principali estimatori.
 
La sua Prima Sinfonia (quella che Von Bülow definì La Decima di Beethoven) ebbe la prima esecuzione solo nel 1876, a Bayreuth: il maestro aveva già 43 anni e viveva di musica praticamente da sempre. Negli ultimi 20 anni di vita Brahms poté infine dedicarsi soprattutto alla composizione. Sono gli anni dei principali lavori per orchestra - le altre tre Sinfonie, due Overture per orchestra, il Concerto per violino e violoncello (al quale collaborò l'amico Joachim), il Concerto n.2 per pianoforte, fino ai magistrali capolavori cameristici dell'ultimo periodo.
 
Morì a Vienna di un cancro, pochi mesi dopo la morte della sua amica di una vita, Clara Schumann, il 3 aprile 1897.
 
L'estetica di Brahms - ciò che fa di lui uno dei grandissimi musicisti dell'800 - si fonda su uno straordinario mix tra forme classiche rigorose, fondate su una grande sapienza contrappuntistica e polifonica, e spirito profondamente romantico, che si manifesta nel magnifico colore musicale, nell'inventiva melodica, nel sovrapporsi sorprendente dei ritmi.
Magazzini Sonori
Proprietà dell'oggetto
Proprietà dell'articolo
creato:lunedì 17 dicembre 2007
modificato:giovedì 15 gennaio 2009