Cerca nel sito

Esplora>Compositori

Brani di Giovanni Tommaso

    • Jerome Kern
    • Jerome Kern / Jerome Kern / Jerome Kern
    • Jerome Kern

Altri brani di questo genere

    • Thomas Wright Fats Waller / Thomas Wright Fats Waller
    • Thomas Wright Fats Waller
    • Thomas Wright Fats Waller

Visualizza altro

Giovanni Tommaso

(Lucca, 1941)

Giovanni Tommaso inizia lo studio della musica frequentando il Conservatorio negli anni Cinquanta, e a fare jazz spostandosi con il suo contrabbasso a Bologna per partecipare a jam session che vedevano nella città emiliana uno dei riferimenti per questo genere di musica in Italia.

Nel 1957 forma il Quintetto di Lucca, insieme al fratello Vito come pianista, il cognato Giampiero Giusti come batterista, Gaetano Mariani alla chitarra e Antonello Vannucchi al vibrafono, insieme ai quali nel 1958 pubblica un 45 giri extended play con quattro brani e si aggiudica La Coppa del jazz, torneo radiofonico organizzato dalla RAI.

A 18 anni inizia a lavorare come musicista in orchestre di navi da crociera, cosa che gli permette di frequentare tra il 1959 e il 1960 i locali jazz di New York, dove ha modo di incontrare musicisti del calibro di Paul Chambers, Ray Brown e Charles Mingus. Forma poi un trio con Amedeo Tommasi al pianoforte e Gegè Munari alla batteria e - quando ancora frequentava il Conservatorio a Bologna - suonò con Chet Baker (dopo la detenzione del trombettista a Lucca per problemi di droga), Amedeo Tommasi al piano e Franco Mondini alla batteria.

Si trasferisce a Roma nel 1967 per lavorare alla RCA Italiana come musicista, arrangiatore e produttore, partecipando a numerose incisioni come gli album A mano a mano e Cervo a primavera di Riccardo Cocciante, Finalmente ho conosciuto il Conte Dracula di Mina, Morandi di Gianni Morandi, E io ci sto di Rino Gaetano, Viaggi e intemperie di Ivan Graziani, Controllo totale di Anna Oxa, Alice di Lucio Dalla, European Tour di Sammy Davis Jr..

Alla RAI suona con Sonny Rollins per una puntata di Studio Uno. Insieme a Pepito Pignatelli apre il Music inn, che diventa uno dei locali di riferimento per il jazz a Roma e nel quale accompagna artisti del livello di Dexter Gordon, Johnny Griffin, Art Farmer o Kenny Drew. In questi anni frequenta anche Steve Lacy, sassofonista newyorkese stabilitosi a Roma e riferimento per l’avanguadia jazz del tempo.

Nel 1971 con Claudio Fasoli al sax, Tony Sidney alla chitarra, Franco D'Andrea alle tastiere e Bruno Biriaco alla batteria forma il quintetto di jazz rock del Perigeo, seguendo l’evoluzione anche di altri musicisti come Miles Davis o i Weather Report; il gruppo rimane in attività fino al 1977 con l'incisione di otto album.

Giovanni Tommaso prosegue la sua attività con formazioni differenti, come il GT Quintet, o il Tommaso/Bollani/Gatto trio. Vince anche un David di Donatello per le musiche del film di Pupi Avati Ma quando arrivano le ragazze? A trent'anni dalla fine del Perigeo, nel 2007 dà vita ad un nuovo gruppo, chiamato Apogeo, con Daniele Scannapieco al sax, Bebo Ferra alla chitarra, Claudio Filippini al pianoforte ed Anthony Pinciotti alla batteria.

Giovanni Tommaso è anche titolare della cattedra di musica jazz al Conservatorio di Perugia e dirige dal 1986 i seminari della Umbria Jazz Clinics. Da diversi anni insegna stabilmente al CEMM (Centro Educativo Musica Moderna) di Bussero (Milano).

Magazzini Sonori
Proprietà dell'oggetto
Proprietà dell'articolo
creato:venerdì 12 ottobre 2012
modificato:venerdì 12 ottobre 2012