Cerca nel sito

Esplora>Compositori

Brani di Jacques Brel

Altri brani di questo genere

    • Gianmarco Gualandi
    • Gianmarco Gualandi
    • Cristian Grassilli
    • Cristian Grassilli
    • Cristian Grassilli
    • Ivana Cecoli
    • Ivana Cecoli
    • Ivana Cecoli

Visualizza altro

Jacques Brel

(Schaerbeek, 8 aprile 1929 – Bobigny, 9 ottobre 1978)

Cantautore e compositore belga di lingua francese. I suoi testi esprimevano una forza poetica. Fu anche attore e regista teatrale. Compose e registrò le sue canzoni quasi esclusivamente in francese, ed è tutt'ora considerato nei paesi francofoni uno dei migliori compositori di tutti i tempi.

Brel nacque a Schaerbeek, Belgio, un distretto di Bruxelles, ma visse la maggior parte della sua vita a Parigi. Lì si era trasferito nei primi anni '50 e inizia a cantare nei cabaret e nelle sale concerti della città. Sul palco portava le sue canzoni accompagnate da grandi gestualità fisiche.

Nel 1948 si arruola nell'esercito e due anni dopo (nel giugno del 1950) sposa Miche e un anno dopo nasce la figlia Chantal. Nel 1953 debutta con il cabaret La Rose Noire, a Bruxelles.
Nel 1956, mentre stava girando l'Europa, registrò la canzone Quand on n'a que l'amour che gli permise di ricevere il primo importante riconoscimento.

I temi dei suoi testi sono estremamente diversi, esplorano l'amore fin nella sua versione più epica (Je t'aime, Litanies pour un retour, Dulcinéa), la società (Les singes, Les bourgeois, Jaurès) e il lato spirituale (Le bon DieuDites, si c'ètait vrai,  Fernand).
Il suo lavoro non si limita ad un unico stile. Fu abile sia nelle composizioni divertenti (Les bonbons, Le lion, ecc.) che in quelle drammatiche (Voir un ami pleurer, Fils de..., Jojo).

Brel fu un personaggio poliedrico: dipingeva,scriveva poesie, componeva, recitava (nei teatri e come attore nei film), cantava, suonava, eccetera. Fu un creativo a tutto tondo. Possedeva inoltre un intenso senso della metafora, in Je suis un soir d'été il narratore è una sera d'estate che racconta cosa osserva mentre scende sulla città.

Benché fosse considerato un maestro con i testi, i suoi temi musicali non erano da meno, ed anche qui non si limitò ad un unico stile. Compose sia melodie ritmiche, accattivanti e vivaci (L'aventure, Rosa, Au printemps) così come canzoni tristi e solenni (J'en appelle, Pourquoi faut-il que les hommes s'ennuient?).

Il romanticismo lirico di Brel, qualche volta rivelava livelli di oscurità e amara ironia. In certi momenti le sue canzoni d'amore potevano mostrare istanti di frustrazioni e risentimenti appena soppressi.
Sebbene la Francia fosse la sua "nazione spirituale" molti fanno notare come alcune delle sue migliori composizioni paghino tributo al Belgio, per esempio le canzoni Le plat pays e Il neige sur Liège.

Brel apparve nel musical l'homme de la Mancha del quale si occupò anche della regia e della traduzione del testo. Tempo prima aveva recitato inoltre come attore nel film "Mon oncle Benjamin" insieme a a Claude Jade.

Dal 1973 al 1977 sì ritirò nella Polinesia francese. Quando tornò a Parigi e registrò il suo ultimo album.
Morì di un cancro ai polmoni e fu sepolto nel Calvary Cemetery ad Atuona, Hiva Oa, Isole Marchesi, nella Polinesia francese giusto pochi metri lontano dal pittore francese Paul Gauguin.

Le sue canzoni sono state reinterpretate da molti artisti in lingua originale, fra loro Isabelle Boulay, Florent Pagny, Serge Lama, Dalida, Céline Dion, Nina Simone, Ginette Reno, Johnny Hallyday, Garou, Helene Segara, Julie Zenatti, Ute Lemper, etc. In suo onore è stata creata l'omonima Fondazione Jacques Brel.

Magazzini Sonori
Proprietà dell'oggetto
Proprietà dell'articolo
creato:martedì 11 novembre 2008
modificato:lunedì 12 gennaio 2009