Cerca nel sito

Altri brani di questo genere

    • Francesco Serra
    • Francesco Serra
    • Francesco Serra

Visualizza altro

Immagini

Il Lato Sbagliato feat. T-Flow

Magazzini Sonori
Proprietà dell'oggetto
CompositoreGazzola Alessandro, Raffaele Boledi
Autore testiGazzola Alessandro, Raffaele Boledi, Matteo Zerbi
EsecutoreStereo Gazette
Data esecuzione02/02/2015
Luogo esecuzionePiacenza
RaccoltaLa Musica Libera. Libera la Musica - VI compilation
EtichettaOrzorock Music
ProduttoreOrzorock Music
Data di pubblicazione18/04/2015
GenerePop
ProvenienzaStereo Gazette
LicenzaTutti i diritti riservati
Aggiungi al MagPlayer

Il lato sbagliato - feat. t-Flow (Gazzola A./ Boledi R.)

Avrei potuto essere meglio di ciò che sono
Sarei potuto essere come vogliono loro
Avrei voluto nascere da parte a un trono
Ma sarei stanco di essere nemico all'uomo e
Sono lontani quei momenti in cui uno sguardo provoca turbamenti
e trattiamo il nostro corpo come una tela da riempire di disegni
perchè i disegni di Dio non prevedono cambiamenti

Ci sono cose che ripeto giorno e notte, sono specchio riflesso ad ogni nuovo attacco.
Le frasi fatte dette a caso dette senza un perchè, le senti in giro e fanno sempre effetto.
E ogni giorno è la stessa storia,
Parole cento, zero memoria

Ma è sempre la stessa inutile canzone
Quella che canto Ancora, senza una ragione
Tra cose che avrei dovuto e cose che avrei potuto
le cose che avrei voluto per me e per te

Mi dicono di rinunciare anche se sbagliare fa male,
per me provare equivale a fare la cosa giusta nel bene e nel male.
Sto sul lato sbagliato di questo mare a quanto pare qui puoi solo affondare, fa male

E l'apparenza inganna e l'apparenza fa male, la violenza di non potersi accettare,
l'apparenza è la nuova legge universale.
sei nel lato sbagliato che non vedo mai
sei il mio lato sbagliato che non vivo mai

Ma è sempre la stessa inutile canzone
Quella che canto Ancora, senza una ragione
Tra cose che avrei dovuto e cose che avrei potuto
le cose che avrei voluto per me e per te

Ed ogni errore fatto può portare a farne un'altro
perchè le emozioni non sanno quanto male fanno
io mi rialzo ad ogni sbaglio pensando non sarò il migliore
in quello che faccio, ma almeno ci sto provando.
E' sempre la stessa inutile canzone da viaggio intimità ma
a stare qua si vive a metà tra una comunità che non comunica
fatto io do di matto, scacco matto

Sempre la stessa inutile canzone
Quella che canto ancora e senza ragione

E non sarà più inutile
L'unica e inevitabile
Come le cose che avrei voluto
le cose che avrei potuto
le cose che oggi ho fatto per me e per te

Video

Commenti

Questo brano ha

Proprietà dell'articolo
autore:Alessandro Gazzola
creato:mercoledì 22 luglio 2015
modificato:mercoledì 22 luglio 2015