Cerca nel sito

Esplora>Esecutori

Brani di Corrado De Bernart

Visualizza altro

Altri brani di questo genere

    • Jules Massenet
    • Jules Massenet / Jules Massenet
    • Jules Massenet
    • Takashi Yoshimatsu
    • Takashi Yoshimatsu / Takashi Yoshimatsu
    • Takashi Yoshimatsu

Visualizza altro

Corrado De Bernart

Diplomatosi con lode sia in pianoforte presso il Conservatorio di Lecce, sia in clavicembalo presso il Conservatorio di Roma, si è perfezionato con i maestri Perticaroli, Rosen e Murray. Conseguito il diploma in Musica da Camera sotto la guida di Felix Ayo presso l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, e una borsa di studio messa in concorso dalla S.I.A.E., si è perfezionato a Fiesole con i maestri De Rosa e Jones.

Da anni si dedica all'approfondimento della prassi esecutiva ed interpretativa su strumenti storici, passando con eclettismo dal clavicembalo al fortepiano, al pianoforte.

Svolge intensa attività concertistica come solista, in duo e in varie formazioni cameristiche: componente del Quintetto di Roma (archi e pianoforte) e del gruppo da camera I Giovani Musici Italiani (di cui è anche direttore artistico), nel dicembre 2000 ha ritirato il Premio "Città di Roma" , assegnatogli "per l’attività artistica e professionale altamente qualificata e impegnativa". Collabora con l' Orchestra da Camera Rossini di Pesaro, con la Camerata Strumentale Romana, con I virtuosi di Santa Cecilia, con I Solisti Aquilani, con l'Accademia Strumentale Romana. Dal 1999 è presidente dell'A.R.A.M. (Associazione Romana Amici della Musica).

Ospite delle maggiori istituzioni concertistiche italiane, ha effettuato varie tournèes negli Stati Uniti, in Spagna, in Turchia, in Belgio, in Medio ed Estremo Oriente.

Ha effettuato registrazioni per la RAI e per la Radio Vaticana e varie incisioni discografiche, tra le quali spicca l'integrale delle sonate di G.B. Viotti per violino e pianoforte, in duo con Felix Ayo (Dynamic).

Per l’Istituto di Ricerca sul Teatro Musicale (I.R.T.E.M.) ha pubblicato studi sull'epoca di Luigi XIV e dell'Ancien Règime in Francia e Inghilterra, coordinando inoltre una serie di quaderni sulla diffusione del repertorio operistico e ballettistico fuori dal contesto teatrale. Per la collana "Musica in scena" della U.T.E.T. e in collaborazione con  Carlo Marinelli ha pubblicato una storia dell'opera nell'Est europeo. Ha partecipato al progetto del C.N.R. sulla catalogazione della documentazione sonora nazionale.

Regolarmente invitato a tenere conferenze, seminari e corsi di interpretazione nei principali centri europei, è docente ospite dell'High Institute of Music di Damasco.

È titolare della cattedra di pianoforte presso il Conservatorio di Lecce, ove insegna anche clavicembalo nell'ambito del Corso triennale di Musica Antica.

Magazzini Sonori
Proprietà dell'oggetto
Proprietà dell'articolo
creato:lunedì 26 novembre 2012
modificato:martedì 14 febbraio 2017