Cerca nel sito

Esplora>Compositori

Brani di Steve Cropper

    • Eddie Floyd / Eddie Floyd
    • Eddie Floyd / Eddie Floyd / Eddie Floyd / Eddie Floyd / Eddie Floyd / Eddie Floyd / Eddie Floyd / Eddie Floyd / Eddie Floyd / Eddie Floyd
    • Eddie Floyd
    • Floyd Eddie / Floyd Eddie
    • Floyd Eddie
    • Floyd Eddie

Visualizza altro

Altri brani di questo genere

    • M. Gaye
    • M. Gaye / M. Gaye
    • M. Gaye
    • George McCrabe
    • George McCrabe
    • George McCrabe
    • Robert Johnson
    • Robert Johnson / Robert Johnson
    • Robert Johnson
    • Charles Walker
    • Charles Walker / Charles Walker
    • Charles Walker
    • Porter David / Porter David
    • Porter David / Porter David
    • Porter David

Visualizza altro

Steve Cropper

(Dora, Missouri, 21 ottobre 1941)

Steve "The Colonel" Cropper  è un chitarrista, compositore e paroliere statunitense.

Conosciuto soprattutto per la sua militanza nella soul band Booker T. & the MG's e per la partecipazione al film The Blues Brothers nel 1980, è uno dei musicisti che di più ha contribuito allo sviluppo del cosiddetto Memphis Sound.

Ha lavorato principalmente per la Stax, celebre casa discografica rhythm e blues di Memphis (in concorrenza con la Motown) per la quale incidevano anche Sam Cooke, Otis Redding e Aretha Franklin. Tra i suoi pezzi più famosi: Sitting on the dock of the bay e Respect scritto in coppia con Otis Redding.

Nato in una fattoria nei dintorni di Dora, Missouri, il suo nome completo è Stephen Lee Cropper. Nel 1950 la sua famiglia si trasferì a Memphis, nel Tennessee, dove Steve Cropper iniziò ad ascoltare con passione il Gospel, il R&B ed il nascente Rock and Roll.
All'età di dieci anni cominciò a suonare la chitarra. Il suo artista di riferimento all'epoca era Lowman Pauling della band The Five Royales. Altri chitarristi che influenzarono il suo stile furono Tal Farlow, Chuck Berry, Jimmy Reed e Chet Atkins.

Nel 1958 Steve Cropper e il chitarrista Charlie Freeman formarono la band The Royal Spades. Nel 1961, in occasione dell'incisione di Last Night, il gruppo cambiò nome in The Mar-keys. Hanno fatto parte dei Mar-keys anche il cantautore Don Nix, il trombettista Wayne Jackson e il bassista Donald "Duck" Dunn.

Nel 1961 la Satellite Records cambiò nome in Stax Records a causa di un'omonimia. Nel 1964 Steve Cropper divenne A&R man (artist and repertoire man) della Stax. Nel 1962 Steve Cropper, Booker T. Jones, Donald "Duck" Dunn e Al Jackson Jr, fondarono il gruppo Booker T. & the MG's che ottenne grande successo tra gli anni '60 e '70.

Nel 1970 pubblicò il suo primo album da solista: With a Little Help From My Friends.Nel 1970 Steve Cropper lasciò la Stax ormai in decadenza: Appena uscito dalla Stax, Steve Cropper fondò, insieme a Jerry Williams e Ronnie Stoots, lo studio di registrazione TMI Records.

Steve Cropper suonò anche per Ringo Starr (1973) e per John Lennon (1975). 

Nel 1975 Steve Cropper si trasferì a Los Angeles dove ormai viveva anche Booker T. Jones. Essi decisero di richiamare anche Donald "Duck" Dunn e Al Jackson, Jr, che ancora erano alla Stax, per ricostituire i Booker T. & the MG's, ma Al Jackson, fu ucciso nella sua casa di Memphis.

Nel 1977 Steve Cropper si unì agli Levon Helm & The Rco All-Stars, un gruppo formato Levon Helm, batterista dei The Band.
Nel 1978 Steve Cropper, insieme a Donald "Duck" Dunn e al batterista Willie Hall, Jr, entrò a far parte della Blues Brothers Band di Dan Aykroyd e John Belushi.

Con questa band vennero girati i due famosi film The Blues Brothers (1980) e Blues Brothers 2000. Nel 1998, in occasione dell'inaugurazione della sua casa discografica Play It, Steve! Records, ha pubblicato l'album Play It Steve!

Cropper è uno dei più conosciuti ed influenti chitarristi soul e funk, tanto che nel 1996 la rivista musicale britannica Mojo lo ha eletto il secondo più grande chitarrista di tutti i tempi.

Il 9 giugno del 2005 Steve Cropper è stato inserito nella Songwriters Hall of Fame insieme a Bill Withers, Robert B. Sherman, Richard M. Sherman, John Fogerty, David Porter e Isaac Hayes.
Magazzini Sonori
Proprietà dell'oggetto
Proprietà dell'articolo
creato:giovedì 20 dicembre 2007
modificato:giovedì 15 gennaio 2009