Cerca nel sito

Esplora>Compositori

Brani di Marco Tutino

Altri brani di questo genere

    • Benedetto Marcello
    • Benedetto Marcello / Benedetto Marcello
    • Benedetto Marcello

Visualizza altro

Marco Tutino

(Milano, 1954)

L'esordio di Marco Tutino come compositore risale al 1976, quando partecipò al festival Gaudeamus in Olanda.
Da allora la sua musica viene programmata ed eseguita con grande successo di pubblico e di critica in tutto il mondo dalle più prestigiose istituzioni concertistiche e sinfoniche e nei principali Teatri d'Opera.

Negli anni la sua attività si è sviluppata soprattutto in campo teatrale: alla prima opera, Pinocchio (1985 - commissione della I.C.O.S.S. di Vienna e Opera di Genova) hanno fatto seguito Cirano (1987 - Laboratorio Lirico di Alessandria, regia di Gabriele Salvatores, riallestito nel 1990 dall'Ente Arena di Verona), La Lupa (1990 - Centenario Mascagnano di Livorno), il dramma concertante Vite Immaginarie (1990 - Teatro Comunale di Bologna), Federico II (1992 - commissionata dal Teatro dell'Opera di Bonn), Il Gatto con gli Stivali (1994) e il balletto lirico Dylan Dog (1999) commissionate dalla Fondazione Arena di Verona, Vita (2002 - Teatro alla Scala), Le Bel Indifférent (2004 - commissione del Macerata Opera Festival), La Bella e la Bestia (2005 - Teatro Comunale di Modena), The Servant (2008 - Macerata Opera Festival) e, infine, Senso (2010 - commissione del Teatro Massimo di Palermo).

Marco Tutino è stato l'ideatore, il promotore e, con altri sei compositori da lui scelti, l'autore del Requiem per le vittime della mafia, eseguito nella Cattedrale di Palermo il 27 marzo 1993.
La Lupa è stata riallestita dal Teatro dell'Opera di Szeged (Ungheria) nel 1994 e 1995, segnando il più grande successo operistico di quel Teatro negli ultimi dieci anni. La registrazione discografica di quest'opera, nell'edizione del 1990, ha vinto il premio Presidenza della Repubblica. Nel 1998 l'Ente Autonomo Teatro Massimo di Palermo produsse un nuovo allestimento de La Lupa con protagonista Marjana Pentcheva.

Il Teatro alla Scala di Milano ha commissionato ed eseguito nella stagione sinfonica 1994 il Concerto per clarinetto e orchestra, che è stato poi ripreso dall'Orchestra Sinfonica della BBC di Londra nel gennaio di due anni dopo.
Per il Teatro Sociale di Rovigo e il Comunale di Treviso Tutino ha composto, su coreografia di Gheorghe Iancu, il balletto Riccardo III (andato in scena nel 1995 e ripreso nella stagione '96/'97 dal Teatro La Fenice di Venezia).

Nella primavera del 1997 l'Ente Arena di Verona organizzò un ritratto di Marco Tutino, programmando due opere a lui commissionate: Il Gatto con gli Stivali e Pugacev. La prima delle due opere fu riallestita nella stagione 1999/2000 del Teatro dell'Opera di Metz, in Francia.

Per Marco Tutino il 2000 si è aperto con nuove produzioni all'estero del Gatto con gli Stivali (Francia e Germania), il Kyrie e l'Agnus Dei commissionati dalla Sagra Musicale Umbra nell'ambito delle celebrazioni per il Giubileo ed eseguiti in Campidoglio a Roma; il musical Peter Pan commissionato dal Piccolo Teatro di Milano e un nuovo allestimento delle Vite Immaginarie al Teatro Vittorio Emanuele di Messina.
Il 2001 ha visto la produzione della nuova opera Peter Uncino al Teatro Filarmonico di Verona con Milva, Riondino, e il testo di Michele Serra (poi portato in tournèe per trenta repliche nei principali teatri italiani).

Il 28 aprile 2003 al Teatro delle Muse di Ancona è stato eseguito e ripreso dai principali network mondiali il Canto di Pace per tenore, coro e orchestra composto su testo di Giovanni Paolo II e interpretato da Placido Domingo. In seguito il Canto è stato interpretato anche da Roberto Alagna e Andrea Bocelli con l'orchestra e il coro del Maggio Musicale Fiorentino.

Le opere di Tutino sono state riallestite in diversi teatri italiani ed europei: ad esempio all'Opera di Metz, a Erfurt, al Teatro alla Scala, al Teatro Sociale di Rovigo, al Teatro Comunale di Bologna, al Lirico di Jesi, a Macerata, Torino, Cagliari, al Festival di Montpellier (2007), in Repubblica Ceca a Ostrava e Pilsen, in Ungheria a Szeged.

Nel 2008 ha debuttato con unanimi consensi al Macerata Opera Festival una nuova opera di Tutino commissionata su un soggetto tratto dalla commedia "Il Servo di Robin Maugham".
Nel gennaio del 2011 il Teatro Massimo di Palermo ha inaugurato la sua stagione con la nuova opera commissionata a Tutino Senso, per celebrare i 150 anni dell'unità d'Italia. L'opera ha riscosso un grandissimo successo di pubblico e di critica.

Parallelamente, dal 1990 Tutino ha iniziato a ricoprire incarichi di responsabilità organizzativa e artistica in alcuni teatri lirici italiani.
Ha collaborato come consulente con il Teatro Valli di Reggio Emilia dal 1990 al 1993 (realizzando uno storico Otello verdiano con Domingo e Nucci in coproduzione con Bonn).
Dal 1990 al 1994 ha ricoperto anche il ruolo di Direttore Artistico dei Pomeriggi Musicali di Milano, ente di produzione sinfonica e lirica della Regione Lombardia.
Nel 1998 è stato chiamato come consulente artistico e compositore residente alla Fondazione Arena di Verona, dove ha realizzato il progetto "Futuri", un festival dedicato al teatro musicale per le nuove generazioni. Tutino ha mantenuto questa collaborazione fino al 2002.

Nel gennaio 2002 è stato nominato Direttore Artistico del Teatro Regio di Torino, e dall'ottobre 2006 al gennaio 2011 ha ricoperto il ruolo di Sovrintendente e Direttore artistico del Teatro Comunale di Bologna.
Nel 2008, durante la sua sovrintendenza, Tutino ha fondato a Bologna la Scuola dell'Opera Italiana, accademia di alto perfezionamento delle professioni del teatro lirico che ha lo scopo di insegnare e tramandare lo stile italiano dell'arte lirica.
Nel 2009, infine, è stato nominato presidente dell'Anfols, l'associazione che riunisce tutte le fondazioni liriche italiane, ruolo che ha ricoperto per due anni.

Magazzini Sonori
Proprietà dell'oggetto
Sito web:www.marcotutino.it
Proprietà dell'articolo
creato:martedì 4 ottobre 2011
modificato:martedì 4 ottobre 2011