Cerca nel sito

Esplora>Compositori

Brani di Jean Françaix

Altri brani di questo genere

    • nicola bagnoli
    • nicola bagnoli

Visualizza altro

Jean Françaix

(Le Mans, 23 maggio 1912 – Parigi, 25 settembre 1997)

Compositore e pianista francese, Jean Françaix fu influenzato musicalmente sia dal padre (direttore di conservatorio) che dalla madre (maestra di canto).
Il suo genio musicale emerse precocemente quando, a soli nove anni, Jean Françaix compose la prima opera per pianoforte (ma già a sei anni si dilettava nello scrivere bozze).
 
Dopo gli studi al Conservatorio Nazionale di Parigi divenne allievo di Nadia Boulanger e si dedicò a tempo pieno alla carriera di concertista e di compositore. La stessa Boulanger lo incoraggiava, ritenendolo uno dei suoi migliori allievi.
A soli 18 anni vinse il primo premio come pianista al Conservatorio di Parigi, e due anni più tardi (nel 1932) ottenne fama e riconoscimenti internazionali con il Concertino pour piano et orchestre de chambre.

Oltre all'attività compositiva, anche quella pianistica lo impegnò spesso, come spalla di Francis Poulenc nell'esecuzione del celebre Concerto per due pianoforti scritto da quest'ultimo, o come accompagnatore del violoncellista Maurice Gendron.

Françaix fu un autore estremamente prolifico. Nel suo catalogo si annoverano circa 200 numeri d'opera, che comprendono:

  • cinque opere: Le Diable Boiteux (1937), L'Apostrophe (1940), La Main de Gloire (1945), Paris à Nous Deux (1954), La Princesse de Clèves (1961)
  • circa 15 balletti (tra cui Scuola di ballo, 1933; Le Roi Midas, 1935; La Dame Dans la Lune, 1953, messo in scena da Roland Petit)
  • concerti per ciascuno degli strumenti di un'orchestra classica (compreso un Concerto pour accordéon, 1993)
  • oltre 40 opere sinfoniche
  • musica da camera
  • musica vocale
  • colonne sonore (ad esempio per i film "Versailles" e "Napoleone Bonaparte", per la regia di Sacha Guitry)
  • l'oratorio Apocalypse Selon Saint Jean (1939-1941)

Françaix rimase attivo fino alla morte, avvenuta nel 1997.

L'opera di Françaix è caratterizzata da un sagace umorismo, di taglio neoclassico.
Oltre alla musica operistica, cui dedicò ampio spazio nel suo iter artistico, toccò per altro tutti i generi musicali: dalla cantata all'opera, dal balletto al concerto, alla sinfonia e alla musica da film.
Rifiutò sempre l'atonalità, pur essendo molto disponibile ad accogliere suggestioni di vari autori, in particolare di Francis Poulenc, Igor Stravinskij, Maurice Ravel.

Magazzini Sonori
Proprietà dell'oggetto
Proprietà dell'articolo
creato:mercoledì 5 novembre 2008
modificato:mercoledì 18 febbraio 2009