Cerca nel sito

Altri brani di questo genere

    • Egberto Gismonti
    • Egberto Gismonti / Egberto Gismonti / Egberto Gismonti
    • Egberto Gismonti
    • Consuelo Velázquez / Consuelo Velázquez
    • Consuelo Velázquez / Consuelo Velázquez / Consuelo Velázquez / Consuelo Velázquez
    • Consuelo Velázquez

Visualizza altro

Immagini

Il Viaggio di Gulliver

Magazzini Sonori
Proprietà dell'oggetto
CompositoreClaudio Cadei
Autore testiClaudio Cadei
EsecutoreLes Touches Louches
Data esecuzione10/06/2011
Luogo esecuzioneBologna
Etichetta/
ProduttoreAutoprodotto
Data di pubblicazionesettembre 2011
GenereWorld Music
ProvenienzaLes Touches Louches
LicenzaCreative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo
Aggiungi al MagPlayer

Il Viaggio di Gulliver

 

Il mio tempo, secolo buio, puzza di giudizio universale,

c’è chi dice il mondo abbia la forma di una chiave

son partito ed ero un uomo, fra gli uomini normale,

disperato fra i pezzenti nella stiva di una nave

 

Il naufragio mi ha salvato dalla rotta tutta dritta,

mi ha scagliato in mezzo ai flutti dove il cuore si rassegna

ad accettare di ogni isola la logica perfetta

sono alto come un dito, oppure quanto una montagna

 

Così ho capito dell’ordine del mondo il vero metro

che fa piccola la pulce e fa del bue un gran bestione

per scoprir che ci sta dietro un vecchio trucco di teatro

se si è nani o si è giganti è per pura convenzione...

 

e tornato al mio paese, mendico da ciarlatano,

ed insegno a chiunque ha voglia di ascoltare il mio racconto

che non è iddio che sceglie chi è il padrone e il villano

 

e che soffiando tutti quanti nella vela... si può far cambiare il vento

Commenti

Questo brano ha

Proprietà dell'articolo
creato:venerdì 15 novembre 2013
modificato:venerdì 15 novembre 2013