Cerca nel sito

Altri brani da Maurizio Parascandolo

Visualizza altro

Altri brani di questo genere

Visualizza altro

Immagini

Corpo di nebbia

Testo, musica e arrangiamenti di Maurizio Parascandolo

Magazzini Sonori
Proprietà dell'oggetto
CompositoreMaurizio Parascandolo
Autore testiMaurizio Parascandolo
EsecutoreClarinetto - Fabio Lo Curto. Contrabbasso - Andrea Cerè. Voce, chitarra, tastiere, percussioni - Maurizio Parascandolo.
Luogo esecuzioneReggio Emilia
ProduttoreMaurizio Parascandolo
GenereJazz
ProvenienzaMaurizio Parascandolo
Aggiungi al MagPlayer

Corpo di nebbia

Tu, mi guardi e non mi riconosci più,
mi dici portami a casa papà,
ascoltami mamma, son io, stai tranquilla.

Tu, stai sempre chiusa in questa stanza qui,
non ami che il sole ti veda così,
parli alle ombre, che hanno volti antichi.

Sai, io mi ricordo quando tu tenevi l'aquilone con le mani mie
e mi dicevi ci son qua io, non ti lascio volar via,
stai tranquillo, c'è la tua mamma.

Ma, l'azzurro di quel cielo s'è sconvolto ormai,
il fragile filo se n'è volato via
dove la ragione non ha più… ragione.

Tu, capivi con uno sguardo i silenzi miei
e mi dicevi come è venuto se ne và.
ma spiegami mamma perché questa nebbia non ti lascia…

Sai, io mi ricordo quando tu, tornando con la bici in lacrime da te,
mi dicevi impara a cader, perché ciò che conta è…
sempre rialzarsi un'altra volta…

Mamma, un giorno anche tu, ti rialzerai da questo corpo di nebbia e volerai via,
dove tutto risplende chiaro…

Mamma, un giorno anche tu, ti rialzerai da questo corpo di nebbia e volerai via,
dove tutto risplende chiaro…

Mamma, un giorno anche tu, ti rialzerai da questo corpo sconvolto e volerai via,
dove tutto risplende chiaro… per te…

Commenti

Questo brano ha

Proprietà dell'articolo
creato:mercoledì 27 ottobre 2010
modificato:mercoledì 27 ottobre 2010