Cerca nel sito

Altri brani di questo genere

    • Civinga
    • Civinga
    • Civinga
    • Eua
    • Raffaele Chiatto, Damiano Munzio
    • Raffaele Chiatto, Damiano Munzio
    • Raffaele Chiatto, Damiano Munzio
    • Ivana Cecoli
    • Ivana Cecoli
    • Ivana Cecoli
    • Alessandro Cintori/Flavio Borelli
    • Alessandro Cintori/Flavio Borelli
    • Alessandro Cintori/Flavio Borelli

Visualizza altro

L'infinito (Giacomo Leopardi)

Magazzini Sonori
Proprietà dell'oggetto
CompositoreGerardo Gerulewicz
Autore testiGiacomo Leopardi
EsecutoreGerardo Gerulewicz
Data esecuzione05/01/2012
Luogo esecuzioneCaracas
GenerePop
ProvenienzaGerulewicz Compositore
LicenzaTutti i diritti riservati
Aggiungi al MagPlayer

« Sempre caro mi fu quest'ermo colle,
e questa siepe, che da tanta parte
dell'ultimo orizzonte il guardo esclude.
Ma sedendo e mirando, interminati
spazi di là da quella, e sovrumani
silenzi, e profondissima quïete
io nel pensier mi fingo, ove per poco
il cor non si spaura. E come il vento
odo stormir tra queste piante, io quello
infinito silenzio a questa voce
vo comparando: e mi sovvien l'eterno,
e le morte stagioni, e la presente
e viva, e il suon di lei. Così tra questa
immensità s'annega il pensier mio:
e il naufragar m'è dolce in questo mare. »

Commenti

Questo brano ha

Proprietà dell'articolo
creato:giovedì 12 gennaio 2012
modificato:giovedì 12 gennaio 2012