Cerca nel sito

Brani di Coro "Ildebrando Pizzetti" dell'Università degli Studi di Parma

    • Coro "Ildebrando Pizzetti" Università di Parma
    • Coro "Ildebrando Pizzetti" Università di Parma
    • Coro "ildebrando Pizzetti" Università di Parma
    • Coro "ildebrando Pizzetti" Università di Parma
    • Günther Schmohl
    • Günther Schmohl
    • Günther Schmohl

Coro "Ildebrando Pizzetti" dell'Università degli Studi di Parma

Magazzini Sonori

 Il coro dell'Università di Parma nasce nel 1968 per volontà di docenti e studenti, che lo intitolano al compositore parmigiano Ildebrando Pizzetti (1880-1968). Negli anni il Coro ha collaborato con importanti istituzioni: Teatro La Fenice di Venezia, Teatro Regio di Parma, Orchestra Sinfonica "Arturo Toscanini", Orchestra da camera di Mantova, Conservatorio "Arrigo Boito" di Parma. Per la televisione italiana il coro registra le colonne sonore dello sceneggiato Delitto di stato e del documentario sui restauri del Correggio, nel Duomo di Parma. Il complesso prende poi parte a due spettacoli unici: nel 1985 Orpheus-Orfeo (Teatro Olimpico di Sabbioneta, direttore Claudio Gallico); nel 1988 Sogno di un tramonto d'autunno, poema tragico di Gabriele D'Annunzio, musica di Gian Francesco Malipiero (Teatro Sociale di Mantova, direttore Vittorio Parisi). Intensa è anche la partecipazione a rassegne internazionali: Francia, Spagna, Portogallo, Germania, Polonia, Bulgaria, Svezia, Norvegia, Stati Uniti, Messico, Sudafrica, Scozia, Catalogna, Grecia.
Ilaria Poldi ha assunto la direzione del coro "Pizzetti" all'inizio del 1994, dando nuovo impulso alla ricerca musicale, inserendo nel già vasto repertorio, autori minori del Rinascimento italiano e contribuendo alla riscoperta di alcuni compositori seicenteschi proposti in prima esecuzione moderna. Questo impegno si è tradotto in numerosi concerti che il Coro ha tenuto anche in prestigiosi ambienti in Italia, Scozia, Catalogna e Grecia, quali l'Abbazia di Chiaravalle, la Hutchensons' Hall a Glasgow, la Sagrada Famiglia a Barcellona, il Duomo di Modena e molti altri.
Dal 1999 è attiva all'interno del gruppo una sezione che si occupa dello studio della musica medievale che ha partecipato anche al Festival Oltrepo medievale  e al Festival dei due mondi di Spoleto.
Negli ultimi anni, il Coro, grazie al lavoro di coinvolgimento e diffusione della musica corale attuato con l’appoggio dell’Università,  ha ricevuto una notevole risposta da parte non solo di studenti ma anche da cittadini appassionati di musica. Questo risultato è stato ottenuto grazie all’esecuzione di numerosi concerti nell’ambito della realtà cittadina parmigiana  mediante l’esecuzione di brani in ambito concertistico all’interno di manifestazioni culturali, che prevedeva il coinvolgimento di Enti e Istituzioni locali, raggiungendo così anche l’obbiettivo di legare fortemente il Coro al territorio dove fonda le sue origini. Il coro si è inoltre esibito per fini sociali di solidarietà al fine di contribuire alla sensibilizzazione per  la causa sostenuta da Telethon. Importante è stata la partecipazione a due edizioni della Giornata Europea degli Universitari presso la Sala Nervi del Vaticano (2002 e 2005).
Giunti nel 2007 il gruppo ha riannodato una fitta rete di relazioni con i Cori delle Università italiane con l’obbiettivo di intensificare gli scambi culturali-musicali attraverso l’esecuzione di concerti presso gli Atenei, quali Ancona, Reggio Emilia, Perugia, Venezia, Macerata, Camerino.

A partire dal 2008, anno di festeggiamento per i 40 anni dalla fondazione, il coro organizza una rassegna corale denominata "Gaudeamus in Musica".

Proprietà dell'oggetto

Contatti

Commenti

Questa pagina ha

Proprietà dell'articolo
creato:venerdì 1 agosto 2008
modificato:giovedì 5 agosto 2010