Cerca nel sito

Altri brani da Chuck Taylor's Shoes

Altri brani di questo genere

    • Alberto Padovani
    • Alberto Padovani
    • Alberto Padovani

Visualizza altro

Immagini

L' Isola dei guai

"Tra un Gran Giullare o un mezzo Re, a governare non si sa chi è...."

Magazzini Sonori
Proprietà dell'oggetto
CompositoreLeonardo RIccioni
Autore testiLeonardo Riccioni
EsecutoreLeonardo Riccioni
Data esecuzione15/06/2010
Luogo esecuzioneStudio Reg. in Camera di Leo Casalecchio di Reno (BO)
GenereRock
ProvenienzaChuck Taylor's Shoes
LicenzaTutti i diritti riservati
Aggiungi al MagPlayer

PRESENTAZIONE: Proviamo a trasformare l' Italia in un "mondo fiabesco" con tanto di Giullari di Corte, Sirene e Re (cosa che poi così fiabesca oramai non è) e andiamo a vedere se lì esiste una soluzione ai problemi reali con i quali facciamo i conti tutti i giorni; nel brano è presente una dedica al più grande cantautore italiano: Fabrizio De Andrè. Il titolo "L' Isola dei Guai" fa il verso alla più celebre "Isola di Wight" dei Dik Dik ma la traduzione corretta sarebbe "Penisola dei guai", e lascio a voi intendere quale sia la Penisola in questione.......      Leo 

L'ISOLA DEI GUAI
Ci han raccontato che
esiste un'isola in cui c'è
una sudditanza che
ti farà precipitare dentro
a trappole di Re
e di costrizioni che
ti faran dimenticare
cos'è il Bene e cos'è il Male
e non riuscirai a capire
se stai bene in questo mare

quella voce in fondo al mare dagli abissi non risale
le sirene in mezzo al mare esalteranno il tuo lottare
quella voce in fondo al mare dagli abissi non risale
non cercare il bel Finale, il tuo valore è conquistare questa
Isola dei guai                stai, stai, stai
Sono naufrago perché da quest' isola non c'è ritorno
Isola dei guai    mai, mai, mai
la mia vita rivedrò se non uscirò da quest' inferno
Non ti salverai  sull'Isola dei guai
Impossibile per me trovare un modo per abbandonare
questo posto qua dove la mia vita si spegnerà

C'è un Giullare che alla Corte ha incantato i fanti e il Re
Non ha spade ne coltelli ma da solo vale tre
più tre sei cervi ha già rubato dentro al campo di quel Re
Stolto e ignaro che il suo regno sta per perdere

Esiste un'isola in cui c'è
un Giullare come Re
che il popolo diverte
nella Corte dà banchetti e feste
e l' isola a gioir
come il bel sognar
che farà dimenticare
cos'è il Bene e cos'è il Male
e non riuscirai a capire
se stai bene in questo mare

quella voce in fondo al mare dagli abissi è risalita
le sirene han già cantato e la rivolta è già partita
quella voce in fondo al mare dagli abissi è risalita
non cercare il bel Finale, il tuo valore è nel salvare adesso
Isola dei guai                stai, stai, stai
Sono naufrago perché da quest' isola non c'è ritorno
Isola dei guai    mai, mai, mai
la mia vita rivedrò se non uscirò da quest' inferno
Non ti salverai  sull'Isola dei guai
un  gran Giullare o un mezzo Re
a governare qui non si sa chi è.

Ecco guarda dove siamo andati a finire,
perché un po' tutti abbiamo voluto comandare
e guarda, adesso

Sono prigioniero anch'io, come il Giullare e il Re

in questa Isola che
non mi lascia più scappare, in un posto in cui non c'è
la brama del potere

Sono prigioniero anch'io, come il Giullare e il Re
in questa Isola che
non mi lascia via d' uscita, dal posto schivo in cui c'è
la brama del potere

Questa è la triste storia del maledetto Regno in cui
Non c'è modo di salvarsi e non ti salverai

E allora rimarrai, sull'Isola dei Guai
Sono naufrago perché da quest' isola non c'è ritorno
Isola dei guai    mai, mai, mai
la mia vita rivedrò se non uscirò da quest' inferno
Non ti salverai  sull'Isola dei guai
un gran Giullare o un mezzo Re
a governare qui non si sa chi è.

Commenti

Questo brano ha
  • Lory dice:
    Bravo Bravo Bravo Bella Bella Bella!!!!
    Postato venerdì 10 febbraio 2012
  • Jenny dice:
    Questa si che è una bella canzone!!! Bravo Leo!!!
    Postato venerdì 3 febbraio 2012

Proprietà dell'articolo
creato:venerdì 16 settembre 2011
modificato:lunedì 7 maggio 2012