Cerca nel sito

Ascoltalo su RadioEmiliaRomagna

Altri brani di RadioEmiliaRomagna

    • RadioEmiliaRomagna
    • RadioEmiliaRomagna
    • RadioEmiliaRomagna
    • RadioEmiliaRomagna
    • RadioEmiliaRomagna
    • RadioEmiliaRomagna
    • RadioEmiliaRomagna
    • RadioEmiliaRomagna
    • RadioEmiliaRomagna
    • RadioEmiliaRomagna
    • RadioEmiliaRomagna
    • RadioEmiliaRomagna

Visualizza altro

Altri brani di questo genere

    • RadioEmiliaRomagna
    • RadioEmiliaRomagna
    • RadioEmiliaRomagna
    • RadioEmiliaRomagna
    • RadioEmiliaRomagna
    • RadioEmiliaRomagna
    • RadioEmiliaRomagna
    • RadioEmiliaRomagna
    • RadioEmiliaRomagna

Visualizza altro

Magazzini FreeMusic (30 settembre 2015)

La selezione musicale su RadioEmiliaRomagna

Massimo Volume

Cari ascoltatori di RadioEmiliaRomagna, bentornati all'ascolto di Magazzini FreeMusic, la selezione musicale dall'archivio di Magazzini Sonori.

Si avvicina l'appuntamento con l'edizione 2015 del Meeting delle Etichette Indipendenti, che si terrà come ogni anno a Faenza dal I al 4 ottobre. Magazzini Sonori sarà presente all'evento per raccontarlo ai nostri ascoltatori e per promuovere la sesta edizione del contest La Musica Libera. Libera la Musica, di cui il MEI è partner storico. Cogliamo l'occasione anche per ricordare a tutti i musicisti all'ascolto che le iscrizioni alle sette categorie del concorso sono prorogate proprio al 4 ottobre. Tutte le informazioni sul nostro portale www.magazzini-sonori.it.

La selezione musicale di oggi è dedicata quindi al MEI, che rinasce in versione 2.0 dopo aver festeggiato nel 2014 i suoi vent'anni di attività. Nel nostro archivio, il Meeting degli Indipendenti ospita una serie di raccolte che testimoniano nel tempo il lavoro costante di scoperta e valorizzazione delle nuove produzioni musicali.

Si comincia nel 2009 con il cd "Aie d'Italia", realizzato in collaborazione con il festival La Musica nelle Aie, la Scuola di Musica Popolare di Forlimpopoli, le edizioni musicali Galletti-Boston e il Ministero per la Gioventù. La compilation comprende grandi nomi del panorama folk e dialettale italiano, fra cui spiccano Teresa De Sio, Davide Van de Sfroos, Mau Mau, Ginevra di Marco. Ma noi vi facciamo ascoltare un gruppo che ha radici calabre ma che ha trovato a Bologna la sua nuova casa: loro sono gli Arangara e questa è la loro Canzuni da Zappa.

Canzuni da Zappa - Arangara

Con gli Arangara e la raccolta "Aie d'Italia" abbiamo aperto una playlist tutta dedicata al MEI, che accanto alla battaglia per far emergere la musica degli artisti indipendenti ha dedicato nel 2010 un pensiero particolare alla causa femminile. Le donne infatti, sempre più presenti come autrici, interpreti e produttrici, ma anche come bassiste, chitarriste, tastieriste e così via, devono ancora accontentarsi di un ruolo di secondo piano in un mondo eminentemente maschile, com'è quello della musica e delle arti in generale. La compilation "Female do it better", prodotta da Daniele Grasso e Dcave records, testimonia un fermento di talenti tutti in rosa, da cui vi proponiamo la voce di Sabrina Caruso con Discorso fra me e te.

Discorso fra me e te - Sabrina Caruso

Questa era Sabrina Caruso, talento femminile del rock made in Catania, che abbiamo scelto per voi dalla compilation "Female do it better". Torniamo adesso in Emilia-Romagna dove il MEI di Faenza trova terreno musicale fertile, anzi fertilissimo, come testimonia "Emilia Romagna Indies". Uscita nel 2011, la raccolta comprende dieci brani di altrettanti gruppi selezionati dalle direzioni artistiche del Tendenze Festival di Piacenza, del Forlì Music First, del Faenza Rock Festival e del Super Sound organizzato proprio dal MEI. La traccia di apertura è un pezzo strumentale dei Junkfood, quartetto che ha imparato la musica sui banchi del Conservatorio Martini di Bologna e l'ha declinata secondo influenze che vanno dall'avant-jazz di sapore newyorchese all'elettronica scandinava. A voi The Maze.

The Maze - Junkfood

Dopo i Junkfood e la loro The Maze, restiamo a Bologna con un gruppo storico che si è formato nel 1991 attorno alla figura carismatica di Emidio "Mimì" Clementi. Parliamo dei Massimo Volume, una delle band-cardine del rock italiano anni Novanta, che non a caso il Meeting degli Indipendenti sceglie insieme a molte altre per raccontare i suoi vent'anni di attività, nel doppio cd "MEI 1994-2014". Offlaga DiscoPax, Giorgio Canali, Gazebo Penguins, Le luci della centrale elettrica sono solo alcuni dei nomi eccellenti presenti nella raccolta e che dimostrano il grande lavoro di scouting che le piccole etichette indipendenti continuano a portare avanti. Fra queste la Tempesta Dischi, una delle più attive, ha promosso il ritorno sulle scene proprio dei Massimo Volume, con l'album del 2010 "Cattive abitudini" da cui ascoltiamo questa sorprendente Litio.

Litio - Massimo Volume

Con Litio dei Massimo Volume ci avviamo alla fine della nostra playlist di oggi, tutta dedicata al Meeting degli Indipendenti, che - ve lo ricordiamo - si svolge a Faenza dal I al 4 ottobre. Il MEI, tra l'altro, ospita quest'anno una serata speciale in cui si esibiscono tutti i vincitori delle passate edizioni del nostro contest La Musica Libera. Libera la Musica. Appuntamento quindi il 2 ottobre sera al Museo Internazionale delle Ceramiche, anche con i Musicanti di Grema, vincitori della quinta edizione. Con la loro Senza gravità vi salutiamo e vi diamo appuntamento alla prossima puntata di Magazzini FreeMusic.

Senza gravità - Musicanti di Grema

Magazzini Sonori
Proprietà dell'oggetto
CompositoreRadioEmiliaRomagna
GenerePodcast RER
ProvenienzaMagazzini FreeMusic
Aggiungi al MagPlayer
Proprietà dell'articolo
creato:giovedì 15 ottobre 2015
modificato:giovedì 23 marzo 2017