Cerca nel sito

Esplora>Esecutori

Brani di Snowy White

    • Peter Green
    • Peter Green / Peter Green
    • Peter Green
    • Otis Rush
    • Otis Rush / Otis Rush
    • Otis Rush
    • Peter Green
    • Peter Green / Peter Green
    • Peter Green
    • Chuck Berry
    • Chuck Berry / Chuck Berry
    • Chuck Berry
    • John Ellison
    • John Ellison / John Ellison
    • John Ellison

Visualizza altro

Altri brani di questo genere

    • Howard Harlan
    • Howard Harlan / Howard Harlan
    • Howard Harlan
    • Ottobre Scirocco
    • Ottobre Scirocco

Visualizza altro

Snowy White

(Barnstaple, 3 marzo 1948)

Snowy White (nome d'arte di Terence Charles White) è un chitarrista inglese che fa parte del ristretto gruppo di musicisti il cui stile, tecnica e suono uniscono il blues delle origini con il rock.

All'età di 11 anni Snowy White rimase affascinato dalla musica dei grandi bluesman americani, come BB King, Buddy Guy, Otis Rush e Albert King e iniziò a cercare di unire il loro stile al suo personale stile musicale. Oggi il suo blues in stile "inglese" combina il fraseggio chiaro e pulito con riff arditi.

Arrivato a Londra all'inizio degli anni '70, Snowy White si fece un nome e iniziò ad essere apprezzato dai musicisti locali.
Nel 1974 fece il suo primo tour "on the road" nella costa est degli Stati Uniti; fu allora che conobbe il leggendario bluesman inglese Peter Green, con cui iniziò a suonare.
Nella metà degli anni '70 Snowy lavorò in studio, suonò in diverse formazioni e iniziò a scrivere i suoi pezzi.

Nel 1976 fu invitato a seguire i Pink Floyd nei loro tour in USA e in Europa; il tour lo tenne occupato anche per buona parte dell'anno successivo.
Nel 1978 il tastierista dei Pink Floyd, Rick Wright, volle Snowy White per il suo album da solista, intitolato "Wet Dream", e l'anno successivo fu anche Peter Green a volere l'amico Snowy White al suo fianco in studio di registrazione per l'album "In the Skies".

Fu allora che i Pink Floyd gli chiesero di andare negli Stati Uniti per le prove del loro prossimo (e storico) show: "The Wall"; allo stesso tempo, la rock band Thin Lizzy invitò Snowy ad unirsi al gruppo. Fu così che, terminate le date americane con i Pink Floyd, Snowy White tornò in Inghilterra ed entrò in studio con i Thin Lizzy per il loro primo album "Chinatown". In questo disco alcune tracce erano dello stesso Snowy White.
Seguirono due anni e mezzo di tournée e di impegni in studio con la band, inclusa la registrazione dell'album "Renegade".
Nel 1982, capito che quello era il momento per intraprendere una sua carriera indipendente, Snowy White lasciò i Thin Lizzy.

Nei successivi dodici mesi si incontrò e lavorò con musicisti che da sempre aveva ammirato: il batterista e percussionista Richard Bailey, il tastierista Godfrey Wang, il bassista e produttore Kuma Harada.
Insieme realizzarono il primo album solista di Snowy White: "White Flames". Un singolo, il brano Bird of Paradise, scritto da Snowy, divenne una hit internazionale, terza nella classifica inglese e trasmessa con grande successo anche in Europa, Australia e Sud Africa.

Nonostante questo successo Snowy White si prese un periodo di riposo per riflettere sulla sua carriera; fu durante questo periodo che formò la blues band The Blues Agency, con Jeff Allen (percussioni), l'amico Kuma (basso) e Graham Bell (chitarra, armonica e voce). Tra il 1986 e il 1989 la band suonò nel Regno Unito e in Europa, e diede alle stampe due album ("Change my Life" e "Open for Business").

Nel giugno 1990 Roger Waters chiese a Snowy di suonare con lui a Berlino per The Wall, davanti a 350.000 persone. Il video dello spettacolo fu trasmesso in tutto il mondo e fu uno dei maggiori successi video/discografici dell'anno. Il live album vide la partecipazione di star internazionali: Van Morrison, Joni Mitchell, Bryan Adams.
Per gran parte del pubblico, uno dei momenti indimenticabili dello show fu il solo di chitarra di Snowy White durante il brano Comfortably Numb.
L'anno successivo Roger Waters chiamò di nuovo Snowy per suonare al Guitar Legends Concert di Seville, come parte della Expo.

Dopo questa apparizione, decise che era il momento di lavorare sulle idee musicali e le canzoni che aveva scritto durante gli anni precedenti; uscì allora l'album "Highway to the Sun" (1993).
Il suo successivo lavoro discografico fu "Gold Top", una collezione di momenti musicali vissuti tra il 1974 e il 1996.
Pubblicò quindi tre album con la sua White Flames band: "No Faith Required" (1996), "Little Wing" (199) e "Keep Out: We Are Toxic" (1999). Nel 1999 uscì anche un'altra raccolta di Snowy: "Pure Gold - The Solo Years".

In quell'anno Snowy White si unì di nuovo a Roger Waters e alla sua band, questa volta per l'In The Flesh tour.
Nel 2000 insieme ai White Flames suonò al BB King's Blues Bar di Times Square (New York). Un ultimo album della band ("Restless") è uscito nel 2002.

Successivamente, Snowy ha realizzato un nuovo album ("The Way It Is"), seguito dal dvd; è stato nuovamente in tour con Roger Waters (in Australia,  Nuova Zelanda, Sud America, Cina, India, Europa, Nord America, Canada) e con i White Flames (nel Regno Unito e in Europa).

Nell'autunno 2008 ha fondato lo Snowy White Blues Project con Matt Taylor (chitarra, voce), Ruud Weber jr (basso, voce) e Juan van Emmerloot (batteria), e ha registrato l'album "In Our Time of Living".

Magazzini Sonori
Proprietà dell'oggetto
Sito web:www.snowywhite.com
Proprietà dell'articolo
creato:venerdì 26 marzo 2010
modificato:martedì 14 febbraio 2017