Cerca nel sito

Esplora>Esecutori

Brani di Marta Del Grandi Quartet

    • Marco Giongrandi / Marco Giongrandi
    • Marco Giongrandi
    • Marco Giongrandi
    • Riccardo Chiaberta / Riccardo Chiaberta
    • Riccardo Chiaberta
    • Riccardo Chiaberta
    • Johnny Carisi
    • Johnny Carisi
    • Johnny Carisi
    • Pietro Martinelli / Pietro Martinelli
    • Pietro Martinelli
    • Pietro Martinelli
    • Charlie Parker
    • Charlie Parker
    • Charlie Parker
    • Marco Giongrandi / Marco Giongrandi
    • Marco Giongrandi
    • Marco Giongrandi

Visualizza altro

Altri brani di questo genere

    • Sidney Bechet / Sidney Bechet
    • Sidney Bechet
    • Sidney Bechet
    • Consonanti
    • Consonanti

Visualizza altro

Marta Del Grandi Quartet

(2011)

  • Marta Del Grandi - voce
  • Marco Giongrandi - chitarra
  • Pietro Martinelli - contrabbasso
  • Riccardo Chiaberta - batteria

Il Marta Del Grandi Quartet ha ricevuto la Menzione Speciale del presidente della giuria Lucio Dalla al Porsche Live Giovani e Jazz 2011.

Dopo due anni di lavoro nel duo Marta & the Minstrel, nella primavera del 2011 Marta Del Grandi e Marco Giongrandi sentono l'esigenza di allargare le proprie possibilità espressive in una formazione più completa e versatile come quella del quartetto. Alla luce dell'esperienza altrettanto lunga vissuta negli anni immediatamente precedenti dal Johngrandee Trio (formato da Giongrandi, Phan e Serra), e dai progetti "the CloseFar Collective" e "The CloseFar Strings", di cui Giongrandi e Martinelli erano protagonisti, l'unione con la sezione ritmica risulta immediata e consequenziale.

Motivo fondamentale della nascita di questo progetto è un'unione di intenti e fini condivisi: il quartetto mira, infatti, a una rivalutazione del jazz vocale tradizionale, del quale mantiene la liricità (elemento fondamentale sono i testi inediti scritti da Marta) e la centralità della voce, se pur inserendola in una prospettiva più ampia che si ispira alle sonorità e alle nuove idee compositive e improvvisative della scena contemporanea del jazz newyorkese. Il repertorio di brani inediti e arrangiamenti originali di standards viene valorizzato dal suono particolare del gruppo, quindi dalla commistione di chitarra e voce, dall'utilizzo dell'effettistica e da una sempre presente forte idea interpretativa.

Magazzini Sonori
Proprietà dell'oggetto
Proprietà dell'articolo
creato:martedì 11 dicembre 2012
modificato:martedì 14 febbraio 2017