Cerca nel sito

Esplora>Esecutori

Brani di Enrico Dindo

Altri brani di questo genere

    • nicola bagnoli
    • nicola bagnoli
    • nicola bagnoli
    • nicola bagnoli
    • nicola bagnoli

Visualizza altro

Enrico Dindo

(Torino, 16 marzo 1965)

Enrico Dindo è nato da una famiglia di musicisti e ha iniziato a sei anni lo studio del violoncello, diplomandosi presso il Conservatorio "G. Verdi" di Torino. Successivamente si è perfezionato con Egidio Roveda e con Antonio Janigro.
A soli 22 anni, nel 1987, ricopriva il ruolo di primo violoncello solista nell'Orchestra del Teatro alla Scala, ruolo che manterrà per undici anni (fino al 1998).

Nel 1997 ha conquistato il Primo Premio al Concorso "Rostropovich" di Parigi; il grande maestro russo ha scritto di lui: "... è un violoncellista di straordinarie qualità, artista compiuto e musicista formato e possiede un suono eccezionale che fluisce come una splendida voce italiana".

Da quel momento Dindo ha iniziato un'attività da solista che lo ha portato ad esibirsi in moltissimi paesi, con orchestre prestigiose come la BBC Philharmonic Orchestra, la Rotterdam Philarmonic Orchestra, l'Orchestre Nationale de France, l'Orchestre du Capitole de Toulouse, la Filarmonica della Scala, l'Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, l'Orchestra dell'Accademia di Santa Cecilia, la Filarmonica di San Pietroburgo, l'Orchestra Sinfonica di Stato di Sao Paulo, la Tokyo Symphony Orchestra, la Toronto Symphony Orchestra e la Chicago Symphony Orchestra ed al fianco di importanti direttori tra i quali Riccardo Chailly, Aldo Ceccato, Gianandrea Noseda, Myung-Whun Chung, Paavo Jarvj, Valery Gergev, Riccardo Muti e lo stesso Mstislav Rostropovich.

È ospite in numerosi festival prestigiosi e sale da concerto di tutto il mondo tra i quali Londra (Wigmore Hall), Parigi, Evian, Montpellier, Santiago de Compostela; ha partecipato allo Spring Festival di Budapest, alle Settimane Musicali di Stresa, al Festival delle Notti bianche di San Pietroburgo, è invitato al Festival di Dubrovnik e da Gidon Kremer al Festival di Lockenhaus.

Nel maggio 2000 gli è stato conferito dall'Associazione Nazionale Italiana Critici Musicali il Premio "Abbiati" come miglior solista nella Stagione 1998/99; nell'agosto 2004 è stato nominato vincitore assoluto della Sesta International Web Concert Hall Competition e nel novembre 2005 gli è stato consegnato dal Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi il Premio "Vittorio De Sica" per la musica.

Tra gli autori che hanno creato musiche a lui dedicate ci sono Giulio Castagnoli (Concerto per violoncello e doppia orchestra), Carlo Boccadoro (L'Astrolabio del Mare per violoncello e pianoforte e Asa Nisi Masa per violoncello, 2 corni e archi), Carlo Galante (Luna in Acquario per violoncello e 10 strumenti) e Roberto Molinelli (Twin Legends per violoncello e archi e Crystalligence per violoncello solo).

Nel dicembre 2001 Enrico Dindo ha dato vita all'orchestra da camera "I Solisti di Pavia" di cui è direttore musicale, e all'Accademia Musicale di Pavia dove è docente della cattedra di violoncello.
Dal novembre 2005 è Presidente dell'Associazione Musicarticolo9, nel febbraio 2007 è stato nominato Direttore Stabile dell'Orchestra Sinfonica di Sanremo ed è entrato a far parte del Comitato d'indirizzo della Gioventù Musicale d'Italia.

Enrico Dindo incide per la Decca e suona un violoncello Pietro Giacomo Rogeri (ex Piatti) del 1717 della Fondazione Pro Canale.

Magazzini Sonori
Proprietà dell'oggetto
Sito web:www.enricodindo.com
Proprietà dell'articolo
creato:venerdì 4 aprile 2008
modificato:martedì 14 febbraio 2017