Cerca nel sito

Esplora>Compositori

Brani di Joe Morris

Altri brani di questo genere

    • Richard Whiting / Richard Whiting
    • Richard Whiting / Richard Whiting
    • Richard Whiting

Visualizza altro

Joe Morris

(New Haven, 13 settembre 1955)

Joe Morris, musicista jazz statunitense, ha iniziato a studiare musica all'età di 12 anni, suonando la tromba. Due anni dopo è passato allo studio della chitarra, divenuto poi il suo strumento principale. Fatta eccezione per poche lezioni, Joe Morris si è formato essenzialmente da autodidatta, influenzato da Jimi Hendrix e altri chitarristi contemporanei.
Grazie a un cd regalatogli dalla sorella (una copia di "OM" di John Coltrane), iniziò presto ad interessarsi anche al jazz.

Tra i 15 e i 17 anni Joe Morris frequentò una scuola con un sistema didattico alternativo che gli permise di dedicarsi alla musica notte e giorno, suonare con gli altri studenti, ascoltare musica di tutti i generi alla biblioteca pubblica e seguire vari concerti al campus dell'Università di Yale.
Cercò subito di dare vita a un proprio sound sulla chitarra, prendendo l'avvio dai maestri del jazz, da Coltrane, Miles Davis, Cecil Taylor, Thelonious Monk, Ornette Coleman ai maggiori jazzisti europei degli anni '70.
Più tardi subì anche l'influenza della musica dell'Africa occidentale (Messian, Ives, Eric Dolphy, Jimmy Lyons, Steve McCall e Fred Hopkins).
Fino al trasferimento a Boston (nel 1975), Joe Morris suonò in rock band, formazioni jazz e sessions improvvisate con altri amici musicisti.

Dal 1975 al 1978 è stato attivo sulla scena musicale di Boston sia come solista che come conponente di varie formazioni.
Nel 1980 si è spostato in Europa per un tour; tornato a Boston ha fondato il Boston Improvisers Group e ha organizzato due festival e numerosi concerti.
Nel 1981 ha fondato la sua etichetta, la Riti, e ha registrato il suo primo disco "Wraparound" (insieme a Sebastian Steinberg, bassista, e Laurence Cook, batterista).
In quello stesso anno ha iniziato la collaborazione con il polistrumentista Lowell Davidson, destinata a durare sei anni.
Negli anni successivi trascorsi a Boston ha suonato in gruppi musicali che hanno visto la partecipazione di Billy Bang, Andrew Cyrille, Peter Kowald, Joe McPhee, Malcolm Goldstein, Samm Bennett, Lawrence "Butch" Morris e Thurman Barker.

Tra il 1987 e il 1989 Joe Morris ha spostato la sua residenza a New York, dove si è esibito allo Shuttle Theater, in diversi clubs, e al primo festival Tea and Comprovisation con il suo trio.
Tornato a Boston nel 1989, ha suonato e registrato con il trio elettrico Sweatshop e con il quartetto dei Racket Club.

Dal 1994 ha registrato per le etichette ECM, Hat Hut, Leo, Incus, Okka Disc, Homestead, About Time, Knitting Factory Works, No More Records, AUM Fidelity, OmniTone e Avant.
Le sue tournée lo hanno portato in tutti gli Stati Uniti, il Canada e l'Europa, da solo, in trio e in quartetto.
Dal 1993 ha registrato o si è esibito con musicisti come Matthew Shipp, William Parker, Joe&Mat Maneri, Rob Brown, Raphe Malik, Ivo Pearlman, Borah Bergman, Andrea Parkins, Whit Dickey, Ken Vandermark, DKV Trio, Karen Borca, Eugene Chadborne, Susie Ibarra, Hession/Wilkinson/Fell, Roy Campbell Jr., John Butcher, Aaly Trio, Hamid Drake, Fully Celebrated Orchestra.

Nel 2000 ha iniziato a suonare il basso acustico, esibendosi con il violoncellista Daniel Levin, con Whit Dickey e registrando con il pianista Steve Lantner.
Ha tenuto workshops e lezioni in Europa e negli Stati Uniti; attualmente insegna presso il Tufts University Extension College e il New England Conservatory nei dipartimenti di jazz e improvvisazione.
Nel 1998 e nel 2002 è stato nominato Miglior Chitarrista ai New York Jazz Awards.

Magazzini Sonori
Proprietà dell'oggetto
Proprietà dell'articolo
creato:mercoledì 11 febbraio 2009
modificato:mercoledì 4 novembre 2009