Cerca nel sito

Esplora>Compositori

Brani di Niccolò Castiglioni

Altri brani di questo genere

    • Lorenzo Lulier
    • Lorenzo Lulier / Lorenzo Lulier / Lorenzo Lulier
    • Lorenzo Lulier

Visualizza altro

Niccolò Castiglioni

(Milano, 17 luglio 1932 – Milano, 7 settembre 1996)

Compositore e pianista, Niccolò Castiglioni iniziò lo studio del pianoforte in giovane età; in seguito si iscrisse al Conservatorio di Milano, dove ebbe come docenti di composizione Giorgio Federico Ghedini e Franco Margola.
In seguito si perfezionò al Mozarteum di Salisburgo in pianoforte con Carlo Zecchi ed in composizione con Boris Blacher.

Come pianista svolse una breve carriera concertistica negli anni Cinquanta, per poi dedicarsi in seguito in modo esclusivo alla composizione ed al suo insegnamento.
Dopo aver subito una profonda influenza stravinskiana, si interessò alla dodecafonia e successivamente allo strutturalismo, in special modo tra il 1958 ed il 1965, anni in cui fu presente ai Ferienkurse für neue Musik di Darmstadt.

Nel 1966 si trasferì negli Stati Uniti, dove fino al 1970 insegnò contrappunto e composizione presso la State University of New York ed alla Rockefeller Foundation di Buffalo, e fu inoltre "visiting professor" presso la University of Michigan a Ann Arbor (1967), "regent lecturer" in composizione alla University of California, San Diego (1968), e professore di storia della musica rinascimentale presso la University of Washington a Seattle (1969-1970).

Dopo il ritorno in Italia nel 1970 e fino alla sua morte, riprese l'insegnamento della composizione presso i conservatori di Trento (1976–1977), Milano (1977–1989), Como (1989–1991) e ancora Milano (1991–1996); morì prematuramente nella sua città natale, il 7 settembre 1996.

A parte una breve parentesi concertistica come pianista negli anni Cinquanta, Castiglioni si dedicò esclusivamente alla composizione e all’insegnamento.

Tra le composizioni più significative sono inoltre da ricordare i Morceaux lyriques per oboe e orchestra (1982), il Geistliches Lied per soprano e orchestra (1983), l’Hymne per 12 voci (1988-89) e i Momenti musicali per sette strumenti (1991).

Magazzini Sonori
Proprietà dell'oggetto
Proprietà dell'articolo
creato:mercoledì 17 settembre 2008
modificato:martedì 18 novembre 2008