Cerca nel sito

FreeZone>Zebra Fink

Altri brani da Zebra Fink

Visualizza altro

Altri brani di questo genere

Visualizza altro

Immagini

Baghdad

Magazzini Sonori
Proprietà dell'oggetto
CompositoreZebra Fink
EsecutoreZebra Fink
Data esecuzione10/09/2011
Luogo esecuzioneMofo Studio
RaccoltaL'era del porno amatoriale
ProduttoreMarco Gandolfi e Zebra Fink
Data di pubblicazione3 dicembre 2012
GenereRock
ProvenienzaZebra Fink
LicenzaTutti i diritti riservati
Aggiungi al MagPlayer

Han perso senso i temporali

Dall’ultima volta che li guardavi

Han perso il senso mille spiegazioni

Ai tuoi ricordi penseranno i dottori

Se tu ci credi ai terremoti

E alla fusione degli atomi

Alla paura di arrenderti

Con queste mani puoi distruggermi

 

Ed ora son io e sono un bambino

La sveglia suona e mi rivedo al mattino

Mio padre mi insegna a faticare

E da mia madre imparo cosa è l’amore

Sarei solo un misto di carne e neuroni

Prodotto di scarto dell’evoluzione

Sentirsi diversi da un’animale

Per un vestito o un cellulare

 

Sentiremo neppure le offese

Resisteremo anche al caldo

Dopo la grandine sul tuo paese

Ma non potremo farlo pertanto

Perché ogni crisi ha la sua bottiglia

Per bere tanto fino a vomitare

Per non stare a contare le ore

In attesa del giorno per dimenticare

 

Mi sento nudo e spaesato

In questo posto non sono mai stato

Mi guardo davanti e mi rassereno

Non sono solo e non lo sapevo

E quando saremo in mezzo a una guerra

Non avremo paura dei sassi

È nato un uomo da tuo figlio adesso

 

Spero che un giorno saprò fare lo stesso

Commenti

Questo brano ha

Proprietà dell'articolo
creato:lunedì 4 novembre 2013
modificato:lunedì 4 novembre 2013