Cerca nel sito

FreeZone>Musica

Altri brani di questo genere

Visualizza altro

Immagini

Tocco il fondo

Magazzini Sonori
Proprietà dell'oggetto
CompositorePaolo Mariello
Autore testiPaolo Mariello
EsecutoreCinzia Mazzoni
Data esecuzione04/01/2007
Luogo esecuzioneCesena
EtichettaPrimula Records
ProduttorePaolo Mariello
Data di pubblicazione14 Gennaio 2010
GenereRock
ProvenienzaMusica
LicenzaTutti i diritti riservati
Aggiungi al MagPlayer

Tocco il fondo

Vedo come in una soffitta ragni e nuvole rosa
e il solco breve del tempo.

Mani appese all'aria di gesso
gli occhi a un vetro ritratto
insorgo ora dal sonno.

Fuggo dalla pelle
l'aria si confonde
spilli come stelle
accese tra le fronde.

Sento per vedere
credo per morire
lascio per cadere
il cielo.

Cerco fogli dove scrissi
e persi cifre
appese ai carri
dei tuoi e i miei.

Vedo il fondo
striscia accanto a me
parla al vento
non farti perdere.

Apro le mie porte alla rotta della luna
si spacca in due la luce
che corre.

Sento le mie ossa come fossi d'aria
levo dalla mente
le reti.

Chiamami se cedi
parla dentro i veli
sferra le tue spade
mani nude e crude.

Resta nel mio viaggio
tutto sta partendo
spegni in te la luce, vivi.

Io ti guardo come se piovesse
dai miei occhi chiari, ti specchiai..!!!

Vedo il fondo
striscia accanto a te
prendi il resto
senza chiedere.

Tocco il fondo
per poi portare te
striscia tutto
tu schiaccia chi non è..!!

E ti chiederò una mano
con le tue mani su di me
io respiro il tuo respiro
perchè l'aria qui non c'è
tu cavalchi le mie onde

Tocca e scappa
non farti prendere
spacca e truffa
per non fregare te.

Guarda il fondo
ma non buttarti giu
parla al vento
cosi non voli più.

Torno con le ali
dal viaggio mi riattacco
le spine mi risveglio dal sogno.

Ero come un soffio di fiato
ho guardato di sbieco
al di la della vita.

Commenti

Questo brano ha

Proprietà dell'articolo
creato:lunedì 6 dicembre 2010
modificato:lunedì 14 maggio 2012