Cerca nel sito

FreeZone>Burlèsk

Altri brani di questo genere

    • Progetto Zero
    • Progetto Zero
    • Progetto Zero
    • Noise Pollution
    • Noise Pollution
    • Noise Pollution
    • Roberto Andolfo
    • Roberto Andolfo
    • Roberto Andolfo / Roberto Andolfo / Roberto Andolfo / Roberto Andolfo

Visualizza altro

A volte ritornano

Magazzini Sonori
Proprietà dell'oggetto
CompositoreSalvo Taranto
Autore testiSalvo Taranto
EsecutoreBurlésk
GenereRock
ProvenienzaBurlèsk
LicenzaTutti i diritti riservati
Aggiungi al MagPlayer

Ora ritorni da me
come male in polvere,
in preda ai rimorsi
e al disordine.
Ma sai, ho le tasche già piene
di meschinità
e ho smarrito ormai il conto
delle tue verità. 

E' un concetto complesso
la maturità,
ma dimmi tu se è normale
che alla tua età
tessi e scuci la tela
della stabilità,
poi credi avversa la sorte
e dici: oddio pietà.

Io non ti ascolto.
Io volo alto.
Io non mi volto:
così mi esalto.

Credimi, hai ragione tu,
un Daiquiri vale più
di ogni mia perplessità:
prendi un Cosmopolitan?
Shakera bugie e poi
aggiungi rum e vanità,
sentimenti in vendita:
ecco il tuo Long Island.

Ora ritorni da me
come male in polvere
in preda ai ricordi
e alla libidine,
le tue inversioni di marcia sono la regola
e le promesse che fai: parole in libertà.

Che grande novità:
darai una scossa
alla tua vita.

Voglio un rifugio di carta
in cui sprangare la porta
a chi aprendo la bocca
imbratta l'aria.
Voglio che il tedio del tempo
affondi nel tuo rimpianto
e vederti annaspare
in ciò che neghi dentro.
E tutto quello che ti do non è rancore:
è solo un fungo atomico...

Commenti

Questo brano ha

Proprietà dell'articolo
creato:mercoledì 2 ottobre 2013
modificato:giovedì 3 ottobre 2013