Cerca nel sito

Esplora>Esecutori

Brani di I Violini di Santa Vittoria

    • Arnaldo Bagnoli / Arnaldo Bagnoli
    • Arnaldo Bagnoli / Arnaldo Bagnoli
    • Arnaldo Bagnoli
    • Arnaldo Bagnoli / Arnaldo Bagnoli
    • Arnaldo Bagnoli / Arnaldo Bagnoli
    • Arnaldo Bagnoli
    • Arnaldo Bagnoli / Arnaldo Bagnoli
    • Arnaldo Bagnoli / Arnaldo Bagnoli / Arnaldo Bagnoli
    • Arnaldo Bagnoli
    • Davide Bizzarri - arrangiamenti
    • Davide Bizzarri - arrangiamenti / Davide Bizzarri - arrangiamenti
    • Davide Bizzarri - arrangiamenti
    • Arnaldo Bagnoli / Arnaldo Bagnoli
    • Arnaldo Bagnoli
    • Arnaldo Bagnoli
    • Arnaldo Bagnoli / Arnaldo Bagnoli
    • Arnaldo Bagnoli
    • Arnaldo Bagnoli

Visualizza altro

Altri brani di questo genere

Visualizza altro

I Violini di Santa Vittoria

(Santa Vittoria, 2001)

I Violini di Santa Vittoria sono un quintetto d'archi proveniente da Santa Vittoria di Gualtieri (Reggio Emilia), nato nel 2001 come parte musicale di un più ampio progetto di recupero storico del ballo liscio reggiano.

Già all'inizio del XIX secolo, infatti, nelle terre collocate tra le province di Reggio, Parma e Mantova si sviluppò un movimento musicale che diede origine a quello che oggi noi conosciamo come ballo liscio. Intorno alla metà dell'Ottocento, periodo dell'occupazione austriaca, la musica autoctona fu influenzata da nuovi balli di origine popolare, propri dei paesi tedeschi e slavi (come polka, mazurca e valzer).
Negli anni centrali della trasformazione dall'Italia pre-moderna all'Italia industrializzata, i proletari e i piccoli artigiani dell'Emilia, mossi dall'esigenza di emancipazione e di sopravvivenza, inventarono una tradizione musicale che funzionò come colonna sonora di un'intera epoca e rappresentò, per molti di essi, l'opportunità reale per realizzarsi professionalmente come musicisti per il nuovo mercato dell'intrattenimento musicale e da ballo.

Già a partire dalla metà dell'800 nella zona di Santa Vittoria si sviluppò una pratica musicale da ballo caratterizzata dall'uso dei soli strumenti ad arco: il nome originario di queste formazioni era "Il Concerto di Violini" e vedeva semplici braccianti divenire nel corso del tempo veri e propri professionisti, capaci di sviluppare interi repertori e di trasferirli alle generazioni seguenti.

Dopo un lungo e appassionato lavoro di ricerca, i Violini di Santa Vittoria ripropongono in concerto il repertorio e la tradizione musicale di queste formazioni, la cui esistenza oggi è documentata in tutta la provincia di Reggio Emilia.

I Violini di Santa Vittoria sono: Davide Bizzarri (primo violino), Orfeo Bossini (secondo violino e narrazione), Roberto Mattioli (terzo violino), Ciro Chiapponi (viola) e Fabio Uliano Grasselli (contrabbasso). La musica che viene eseguita è tutta originale e inedita. Le partiture utilizzate sono databili intorno agli anni '30-'50 del XX secolo, alcuni di esse sono state composte anteriormente anche ai primi dell'ottocento e facevano parte del repertorio consolidato dei numerosi Concerti di Violini presenti a Santa Vittoria.

Tra le loro più importanti partecipazioni sono da segnalare quelle ai seguenti festival e/o rassegne: L'Altro Suono 2007 (San Possidonio, MO), Paleariza 2008 (Bova Superiore, RC), Suoni di Terra 2008 (Sant'Agata de' Goti, BN), Acque&Terre Festival 2008 (Serle, BS), Stagione Concertistica del Teatro Comunale di Carpi 2009 (Carpi, MO), L'Opera Galleggiante 2009 (Spineda, CR), Tracce di Teatro d'Autore 2010 (San Pietro in Casale, BO). I Suoni delle Dolomiti 2010 (Molveno, TN), Anteprima Mito Settembre Musica 2011 (Milano), Festival EstEuropaOvest 2012 (Potenza Picena, MC), Villa Ada, Roma Incontra il Mondo 2013 (Roma) Acque&Terre Festival 2013 (Gavardo, BS), Ravenna Festival 2013 (Ravenna); Itinerari Folk Festival 2013 (Trento).

Dal 2007 ad oggi, sono parte integrante del festival itinerante TacaDancer – quando la trasgressione era ballare abbracciati, collaborano inoltre con Riccardo Tesi nel progetto Osteria del Fojonco.

Produzioni discografiche:

  • Concerto Bagnoli, I Violini di Santa Vittoria, Sheherazade Centro di Studi Musicali, 2001.
  • Kragujevac nell’Emilia, Jamal Ouassini, Aleksandar Milojevic, I Violini di Santa Vittoria, Sheherazade/Materiali Sonori, 2003.
  • L’Osteria del Fojonco, I Violini di Santa Vittoria con Riccardo Tesi e Claudio Carboni, Taca Dancer/Elytra Edizioni, 2009.
Magazzini Sonori
Proprietà dell'oggetto
Sito web:www.violinidisantavittoria.com
Proprietà dell'articolo
creato:lunedì 14 febbraio 2011
modificato:martedì 14 febbraio 2017