Cerca nel sito

Immagini

La Trilogia Popolare di Giuseppe Verdi

In streaming video dal 13 al 15 maggio dalle ore 20

Nuovo appuntamento con il cartellone Verdi 200 digitale, che nel mese di maggio dedica ben tre serate alla grande lirica. Grazie alla collaborazione con il Ravenna Festival le opere della Trilogia Popolare di Giuseppe Verdi saranno trasmesse il 13, 14 e 15 maggio in streaming video.

Per assistere a Rigoletto, Il Trovatore e La Traviata sarà sufficiente collegarsi al portale www.magazzini-sonori.it  dalle ore 20.

Dal desiderio di Giuseppe Verdi di trattare "soggetti nuovi, grandi, belli, variati, arditi" nascono i tre melodrammi che entreranno a far parte della cosiddetta Trilogia Popolare. Composti fra il 1851 e il 1853, nello spazio esiguo di poco più di due anni, Rigoletto, Il Trovatore e La Traviata aprono al loro autore le porte del grande successo internazionale. Dall'amara vicenda del buffone Rigoletto, tratta dalla pièce di Victor Hugo Le Roi s'amuse, fino alla fine psicologia del personaggio di Violetta Valéry in La Traviata, Verdi sperimenta forme musicali nuove, adatte a raccontare il dramma di personaggi emarginati.

Le recite che proponiamo in differita sono state registrate nel corso di "Trilogia d'autunno - Aspettando Verdi", un audace esperimento del Ravenna Festival, che ha allestito al Teatro Alighieri di Ravenna le tre opere in tre serate consecutive. La vera e propria "maratona verdiana" è stata anche un grande laboratorio per giovani cantanti, musicisti e creatori-elaboratori di immagini e suoni e segna l'approdo di molti anni di sperimentazioni e di produzioni affidate alla più innovativa e vitale delle risorse: i giovani. Giovani i cantanti, alcuni al debutto nel ruolo, insieme agli altrettanto giovani musicisti dell'Orchestra "Luigi Cherubini" diretti da Nicola Paszkowski.

Di forte personalità la regia di Cristina Mazzavillani Muti, che si avvale di un cast tecnico d'eccezione, costituito da un maestro dell'illuminotecnica come Vincent Longuemare, dal pioniere in Italia della computer music Alvise Vidolin, dall'esperto scenografo Italo Grassi e dall'abilissimo creatore di costumi Alessandro Lai.

Rigoletto è proposto in un nuovo allestimento in cui la luce è protagonista, come in un quadro di Vermeer. "Ho immaginato un mondo nero, misterioso, una scena scura, in cui non sono le luci a cercare i personaggi, ma questi ad entrare di volta in volta nella luce" spiega la regista Cristina Mazzavillani Muti, che per Il Trovatore propone invece un'altra chiave di lettura, nelle visioni cittadine inedite caratteristiche di un mondo nomade e profondamente evocative della forza atavica del racconto popolare. Per La Traviata, infine, la regia è giocata sul riflesso, che ripete e amplifica gesti e sentimenti della protagonista, in cui nelle intenzioni della Mazzavillani Muti si rispecchiano generazioni di donna giudicate e maltrattate.

Per un approfondimento sul cast artistico e tecnico di ogni serata:

  • Rigoletto - in streaming lunedì 13 maggio ore 20
  • Il Trovatore - in streaming martedì 14 maggio ore 20
  • La Traviata - in streaming mercoledì 15 maggio ore 20

L'intensa esperienza visiva e musicale di questa Trilogia Popolare sarà trasmessa anche in streaming, per la regia di Gabriele Cazzola (OperaVideo), sui siti Giuseppeverdi.it e Lepida.tv, in simulcast in teatri e luoghi rappresentativi del territorio. In particolare:

  • Sala Consiliare di Villanova sull'Arda (PC) (trasmissione con inizio alle ore 21)
  • Auditorium Corelli di Fusignano (RA)
  • Teatro Comunale, Modena solo la data: 15 maggio

Partecipano inoltre dall'estero gli Istituti di Cultura Italiana di Lisbona, Edimburgo, Rabat, Shanghai, Bucarest, Varsavia, Caracas e La Paz.

Magazzini Sonori
Proprietà dell'articolo
creato:lunedì 8 aprile 2013
modificato:mercoledì 15 maggio 2013